Condividi su Facebook | | |

Alla Trento-Bondone Maranello Corse raggiunge l'apice della gioia

COMUNICATO STAMPA

Ottime le prove dei due piloti trentini schierati dalla scuderia Modenese al via della leggendaria cronoscalata: Maurizio Visintainer (BMW M3) è clamoroso terzo assoluto e primo di classe nella gara riservata alle auto-storiche; Andreas Merighi (Renault Clio Williams) debutta con un egregio sesto posto in classe ProdS 2000.

Lassù, dove osano le aquile, c’è posto anche per Maurizio Visintainer (foto Dino Benassi) ed Andreas Merighi. I due piloti di Cles, fieri portacolori di Maranello Corse, firmano prestazioni indimenticabili nell’edizione 2019 della Trento-Bondone, la cronoscalata più dura e famosa d’Europa valida per il campionato europeo ed italiano della specialità. La madre di tutte le salite accoglie dunque tra i suoi migliori interpreti sia l’esperto pilota e preparatore, sia il 22enne all’esordio sui 17 chilometri di ascesa versa il Bondone.

Maurizio Visintainer conclude la sua partecipazione con un doppio brindisi: uno è per lo spettacolare terzo posto assoluto conquistato nella gara dedicate alle auto-storiche, l’altro per il netto successo nella classe D6 (29” i secondi rifilati al primo inseguitore). Bilancio da incorniciare, quello del pilota che cura direttamente la preparazione della propria BMW M3 tramite la propria struttura Angelo Racing: “La due giorni di gara non era iniziata al meglio – spiega Maurizio – perché un problema ad un componente elettrico mi ha costretto a fermarmi prima della fine della prima scalata di prova; sistemato il contrattempo, nella seconda ascesa ho migliorato il tempo dello scorso anno e la cosa mi ha dato grande carica in vista della gara di domenica. Qui, sospinto anche dal tifo dei miei familiari e dei miei amici, sono riuscito a dare il meglio, sfruttando al massimo la mia M3. Il terzo posto assoluto ed il successo di classe sono una gioia che condivido con Maranello Corse, con la mia famiglia e tutti coloro che collaborano o, semplicemente, seguono con passione e simpatia Angelo Racing”.

Ha buone ragioni per esultare anche Andreas Merighi: il 22enne, alla prima esperienza ‘vera’ da pilota dopo l’esordio soft in un recente slalom, supera il battesimo del Bondone interpretando con talento ed una sagacia tattica da veterano i 43, temibili tornanti che caratterizzano la gara. Alla guida di una Renault Clio Williams preparata anch’essa da Angelo Racing, Merighi chiude ottimo sesto di classe ProdS 2000: “Un’esperienza bella ed indimenticabile – gioisce il giovane di Cles che nella vita fa il meccanico -. Non è stata una passeggiata e lo sapevo: nel primo turno di prova ho rallentato per via di temperature un po’ troppo alte, poi ho potuto portare regolarmente a termine l’altra salita del sabato, potendomi presentare al via della gara in condizioni più che soddisfacenti. Purtroppo, siamo rimasti incolonnati in partenza per diverse decine di minuti a causa di un’interruzione della gara e, in quel mentre, s’è pure messo a piovere. Quando sono partito, con gomme assolutamente fredde, ho trovato asciutto nei tratti non coperti da alberi, mentre nell’abitato di Sardagna – in una zona di sottobosco – ho trovato un tratto umido che mi ha colto di sorpresa, facendomi compiere un piccolo errore. Sbavatura che poi ho recuperato, arrivando a fine gara con un tempo migliore di quello segnato il giorno prima. Non posso che essere felice di questo esordio al Trento-Bondone: un grazie particolarmente sentito a Maranello Corse ed Angelo Racing, grazie ai quali ho potuto concretizzare questo sogno”.

FONTE: UFFICIO STAMPA MARANELLO CORSE

  • Letto 200 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK