Condividi su Facebook | | |

Verbilli-Albertini (Publi Sport Racing) ad Alba per il rilancio

COMUNICATO STAMPA

L’equipaggio modenese (foto Amicorally) al via del rally piemontese con la ferma volontà d’invertire la tendenza dopo le prime due, sfortunate uscite nel Clio Trophy Italia: urge un piazzamento all’altezza delle prestazioni mostrate sinora per riproporsi nella bagarre per il tiolo.

Per Pier Verbilli ed Alndrea Albertini sarà buona la terza? È quanto si augurano vivamente il pilota di Montebaranzone ed il navigatore di Pavullo Andrea Albertini e l’intero entourage di Publi Sport Racing alla vigilia del terzo round del Clio Trophy Italia, previsto per sabato e domenica prossimo al rally di Alba (gara valida per il Campionato Italiano WRC). Verbilli ed Albertini, infatti, sono reduci da due sfortunatissimi ritiri incassati a Sanremo ed al Targa Florio e, sulle strade cuneesi, l’imperativo sarà quello di vedere la bandiera a scacchi, possibilmente in una posizione di classifica in linea con le prestazioni mostrate nei due appuntamenti precedenti, prima che la malasorte di mettesse lo zampino.

“Le vicissitudini patite in Liguria e Sicilia non ci hanno in alcun modo demoralizzato – spiega il veloce pilota biancorosso -; il fatto di essere ancora al palo ha valore solo marginale, in quanto il regolamento prevede che valgano i migliori quattro risultati, e le restanti gare del trofeo sono appunto quattro. Certo, noi ora non possiamo più permetterci passi falsi, ma questo non ci spaventa: ad Alba saliremo con motivazioni identiche a quella della vigilia stagionale, convinti di poter dire la nostra. D’altro canto, Sanremo e Targa Florio hanno evidenziato come il trofeo dedicato alle Renault Clio di classe R1 sia popolato da equipaggi di gran valore: il livello è davvero altissimo, ad ogni gara il pronostico è pressoché impossibile, perché diversi sono i concorrenti in grado di giocarsi il gradino centrale del podio. Noi, quindi, cercheremo d’inserirci in quel gruppetto, per poi vedere dove saremo a fine corsa. Il mio incrollabile ottimismo è dettato dal fatto che la vettura curata da HK Racing si è sempre dimostrata velocissima e sono certo che così sarà anche ad Alba. Il fatto di non aver mai disputato questo rally non sarà un handicap, anzi: è uno stimolo in più a mettermi in gioco. Non vedo l’ora che arrivi il semaforo verde anche per poter tornare al volante della Clio, una vettura davvero azzeccata – come tutte quelle sfornate dalla casa della Losanga – che ritengo molto competitiva ed impegnativa da portare al limite. Guidarla è un piacere, ad Alba cercheremo di fare un passo in avanti anche nella capacità di sfruttarla al meglio”.

Il rally di Alba scatterà alle 19.01 di sabato 12 giugno per chiudersi alle 18.35 del giorno seguente, dopo che i concorrenti avranno percorso 410 chilometri di gara, 105 dei quali suddivisi nelle nove prove speciali in programma.

FONTE: UFFICIO STAMPA PUBLI SPORT RACING

Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK