Condividi su Facebook | | |

Sterrati sardi dorati per Movisport

COMUNICATO STAMPA

Alla penultima prova del Campionato Italiano Rally Terra, in Sardegna, la Scuderia ha dato nuova prova di forza con il successo di Scandola e con la conquista del titolo Italiano di Gruppo N 4x4 di Zelindo Melegari (foto AciSport). Ottimo debutto di Nikolay Gryazin con la Fiesta R5 al Rally Acropoli, con il terzo posto di WRC-2 e la quarta piazza di campionato agguantata con forza.

Non conosce soste, l’attività di Movisport, ma certamente conosce allo stesso pari successi. Quei successi che la portano a comandare la scena rallistica nazionale. Una settimana dopo aver ribadito la propria forza nel Campionato Italiano Rally, con due terzi del podio occupati dai propri portacolori Basso (al comando) e Crugnola (terzo) nel contesto del “1000 Miglia”, nel fine settimana appena passato è stata ribadita l’egemonia nel Campionato Italiano su Terra, in Sardegna al Rally del Vermentino, vinto da Umberto Scandola e Danilo Fappani sulla Hyundai i20 R5. In più proprio Movisport si è aggiudicata uno dei primi titoli della stagione, nel dettaglio quello incamerato dal “sempreverde” Zelindo Melegari, con Manuel Fenoli, alla guida della Subaru Impreza Sti. Si sono infatti aggiudicati il titolo del Gruppo N 4x4.

Attaccare con decisione e difendersi da avversari determinati a non mollare la presa era il doppio compito di Scandola e Fappani (alla seconda gara insieme) e la missione è stata certamente compiuta con grande dimostrazione di forza. Una gara molto tirata sul filo dei secondi, disputata con lucidità e assecondata dalla vettura che ha permesso di sbaragliare la concorrenza, comunque rimandando a giocarsi tutto a inizio novembre alla Coppa Liburna, in Toscana.

Soddisfazione poi per Melegari, rimessosi in gioco a cinquanta anni suonati da un po’ con passione ed anche con forza, andando a conquistare il titolo delle vetture integrali derivate dalla serie. Una stagione altisonante, per il manager reggiano, giunto secondo di gruppo N con una gara accorta, che guardava soltanto ad accarezzare la bandiera a scacchi per mettere le mani sullo scudetto, ed adesso ha nel mirino l’altro titolo, quello del “tricolore” assoluto (CIR) che potrà giocarsi a Verona ad inizio ottobre, con la solita vettura.

In gara in Sardegna vi erano anche Giuseppe Pozzo e Pietro Paolo Cottu su una Skoda Fabia Evo, 21 esimi assoluti e sono rientrati poi con un piazzamento da podio Andrea Tonelli - Roberto Debbi con la loro rossa ed inconfondibile Ford Escort RS. Sono finiti al terzo posto assoluto nella gara “storica” valida per il tricolore di categoria (CIRTS), con una prestazione assai decisa quanto anche spettacolare.

GRYAZIN A PODIO IN GRECIA
Era il grande atteso al mondiale rally in Grecia, Nikolay Gryazin, con alle note Konstantin Aleksandrov. Alla nona prova del mondiale rally, infatti sono scesi dalla consueta VolksWagen Polo GTi R5 per salire su una Ford Fiesta R5 del Team ufficiale M-Sport. Era l’occasione importante, per il giovane rallista russo, per fare il salto di qualità e proporsi al top in vista della stagione 2022, motivo di crescita tecnica e sportiva che guarda dunque all’orizzonte. Occasione non certo sprecata, con la conquista della terza posizione di WRC-2 ed avendo acquisito punti pesanti per il campionato (ben 16), da sesto che era prima dell’iconico evento ellenico adesso è quarto. La soddisfazione è stata grande, essendo arrivato anche primo tra le diverse Ford Fiesta schierate al via. Movisport è rimasta poi al terzo posto della classifica provvisoria per i team.

SCANDOLA ALLE AZZORRE, FERRAROTTI SULLE DOLOMITI
Ed anche il prossimo fine settimana prosegue spedita la marcia degli alfieri Movisport nei campionati di alto livello. Umberto Scandola, che ritroverà alle note Guido D’Amore, sarà al via alla gara delle Isole Azzorre, quinta prova del Campionato Europeo (ERC), su fondo sterrato. Per loro sarà la prima volta, sulle isole portoghesi dell’Atlantico, impegno che cercheranno di onorare al meglio, certamente con l’ottica di acquisire esperienza nel contesto della corsa continentale.

Ci proverà poi di nuovo Ivan Ferrarotti, con al fianco Fabio Grimaldi. L’occasione sarà il celebre Rally San Martino di Castrozza, sulle dolomiti trentine, penultima prova del Campionato Italino WRC. Il reggiano sarà al via con la Skoda Fabia R5 con la quale cercherà di far fruttare al meglio la trasferta montana che avrà validità anche per il trofeo LogisticaUno by Michelin, dedicato alle vetture che utilizzano pneumatici di marca Michelin.

FONTE: UFFICIO STAMPA MOVISPORT

Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK