Condividi su Facebook | | |

GR Yaris Rally Cup: Grossi e Rivia al 1000 Miglia

COMUNICATO STAMPA

Tredici, le GR Yaris che si presenteranno al via per la seconda sfida stagionale, prevista questo fine settimana sulle strade della provincia bresciana, due in più dell’esordio di Roma a luglio. Il leader della serie Alessandro Ciardi pronto a difendere il primato conquistato con un monologo offerto sulle prove speciali romane, ma attenzione ai diversi alle sue spalle che vogliono il riscatto.

GR YARIS RALLY CUP, il primo trofeo monomarca per i rallies di Toyota promosso a livello mondiale, questo fine settimana sarà alla seconda gara, nel contesto del 44° Rally 1000 Miglia, sesta prova stagionale del Campionato Italiano Rally, con sede a Montichiari (Brescia). Dopo le esaltanti performance sportive offerte dai trofeisti in gara a Roma lo scorso luglio, prima gara del Trofeo e dopo anche le importanti indicazioni tecnico-sportive espresse dalle vetture, riflettori puntati adesso per questa seconda sfida su strade oltremodo difficili, dove firmeranno la presenza tredici equipaggi, due in più del rally di esordio. Asfalti anche in questo caso molto tecnici e dunque anche selettivi, che non mancheranno di mettere a dura prova le vetture e certamente di ”guardare in faccia” gli equipaggi, andando ad infiammare perciò la sfida sulla strada.


Il primo alloro di GR YARIS RALLY CUP, al Rally di Roma Capitale lo fece suo il toscano di Pistoia Alessandro Ciardi, in coppia con Tondini (Emmeci Sport). Una condotta di gara autorevole ed una leadership praticamente mai messa in discussione dalla seconda prova disputata furono gli argomenti evidenziati da Ciardi che per entrambi i giorni di gara riuscì a contenere con lucidità i ripetuti attacchi di una concorrenza agguerrita che lo attaccava da più parti.

Per un Ciardi deciso ad operare il primo allungo stagionale in una gara che non ha mai corso prima, dietro premono in diversi: dal giovane Federico Romagnoli, con al fianco Monica Rubinelli (Team Gino WRC), secondi a Roma (e primi di “under 23”), per proseguire con i finlandesi Manninen-Sillanpaa (HMI), anche loro al debutto nel bresciano dopo aver corso proprio a Roma la loro prima gara in asfalto. La bagarre, le scintille, lungo le celebri “piesse” della gara “della freccia rossa” e magari uno scossone in classifica le promettono anche Paleari-Bozzo (Elite Motorsport) e Grossi-Cardinali (HMI - foto AciSport), questi ultimi “under 23” pure loro, spesso avvicendatisi ai piedi del podio a Roma, entrambi con una prestazione d’effetto.

Ci sarà anche chi cercherà il riscatto: i bresciani Bondioni-D’Ambrosio, fermati da un guasto a Roma quando erano in lotta per la testa della classifica e proprio questa seconda occasione del 1000 Miglia sarà quella per loro “di casa”, cercando lo spunto vincente sulle strade amiche. Riscatto in vista anche per il valtellinese Marco Gianesini, stavolta affiancato da Sabrina Fay, anche lui in cerca di rivalsa da un avvio di trofeo non in linea con il suo blasone.

La sfida di GR YARIS RALLY CUP è anche per i team, rendendo la scena ancora più avvincente ed anche gratificante per chi, “dietro le quinte” si prodiga a predisporre al meglio le vetture e l’assistenza per i propri equipaggi. Dopo la competizione di Roma, Emmeci Sport e HMI sono appaiati in vetta classifica con 50 punti, seguiti da Gino WRC con 36.

GLI ISCRITTI DI GR YARIS RALLY CUP AL 44° RALLY 1000 MIGLIA
89 CIARDI ALESSANDRO - TONDINI ALESSANDRO
91 ROMAGNOLI FEDERICO - RUBINELLI MONICA
92 MANNINEN MARKUS - SILLANPAA TEEMU
93 PALEARI HENSSLER TOMMASO - BOZZO ROLANDO DAVIDE
94 GROSSI ANGELO PUCCI - CARDINALI FRANCESCO
95 RIVIA SIMONE - DRESTI ANDREA
96 DE ANTONI EDOARDO - MUSIARI MARTINA
97 REGINATO ANDREA - SIMIONI GIORGIO
98 MARCUCCI FRANCESCO - BALDACCI FEDERICO
99 GIANESINI MARCO - FAY SABRINA
101 BONDIONI ILARIO - D'AMBROSIO SOFIA
102 BONIFACINO LORENZO - PISCHEDDA LUCA
103 COLPANI MATTIA-DEMONTIS MARCO

IL 44° RALLY 1000 MIGLIA
Il 44° Rally 1000 Miglia avrà partenza e arrivo, parco assistenza e HQ al Centro Fiera di Montichiari. Il Rally entrerà nel vivo venerdì 3 settembre alle 8:00 del mattino con lo shakedown a Botticino che precederà, sulla medesima prova speciale ma in senso inverso, la “Super Prova Speciale” n. 1 “Cave di Botticino” in programma alle 16:30. La bandiera di partenza sventolerà invece dal Centro Fiera di Montichiari dalle ore 15,24 di venerdì 3 settembre.
L’indomani, sabato 4, il Rally 1000 Miglia 2021 scoprirà le proprie carte nella lunga tappa, sulla sponda sinistra del lago di Garda, con tre prove storiche, da ripetere per due volte, che andranno a comporre il puzzle dell’azione agonistica. Aprirà la “Provaglio Valsabbia”, con i suoi 10.16 chilometri, seguita dalla “Moerna” in versione da 15.95 chilometri e quindi la lunga “Pertiche” che con i suoi 19.53 chilometri sarà la prova “regina” dell’evento. I concorrenti faranno quindi ritorno al Centro Fiera di Montichiari per il parco assistenza di metà giornata e torneranno poi in montagna per il secondo giro sui medesimi tratti cronometrati. L’arrivo, a Montichiari, è previsto a partire dalle ore 17:51.

Grazie alla collaborazione con ACI Sport sarà garantito lo streaming della SPS1, della PS2, della PS5, collegamenti dalla PS4 e PS6 oltre ad una pressoché continua diretta con interviste, highlights, momenti salienti e tutta l’azione del 44° Rally 1000 Miglia vissuta chilometro dopo chilometro. Le dirette saranno disponibili sulle pagine Facebook @rally1000miglia, @acisporttv, @cirally, @acibrescia oltre che sul canale ACI Sport TV, canale 228 di SKY.

GR YARIS

La protagonista del campionato è la GR Yaris, vettura perfetta per l’ingresso nel mondo delle competizioni monomarca, che nasce proprio dall’esperienza del team Toyota Gazoo Racing nel campionato mondiale rally. Costruita su una piattaforma unica nel suo genere, avente come obiettivo quello di ridurre al massimo il peso, la GR Yaris è dotata del più potente motore a tre cilindri al mondo 1.6 turbo con 261 CV e una coppia di 360 Nm che permette di passare da 0 a 100 km/h in soli 5,5 secondi.

La potenza del motore viene sfruttata attraverso il nuovo sistema di trazione integrale permanente e a controllo elettronico GR-FOUR di Toyota. A completare l’assetto da vera sportiva, un differenziale Torsen LSD che gestisce in autonomia la ripartizione della trazione tra le ruote di sinistra e di destra per dare un controllo naturale e diretto dell'auto.

La GR Yaris utilizzata per il campionato è la derivazione rally della stradale lanciata a fine 2020. E’ stato sviluppato uno specifico kit di allestimento gara, con il quale i team hanno potuto preparare la vettura conforme al regolamento della categoria R1T 4WD nazionale.
Il montepremi totale del monomarca è stabilito in 300.000 €uro, distribuito tra premi di gara e premi finali, ed ha un’attenzione particolare anche per i Team cui si appoggiano gli equipaggi.

CLASSIFICHE GR YARIS RALLY CUP DOPO IL RALLY ROMACAPITALE:
ASSOLUTA: 1. Ciardi 55 Punti; 2. Romagnoli 36; 3. Manninen 30; 4. Paleari 24; 5. Grossi 22; 6. Rivia 18; 7. De Antoni 14; 8. Reginato 12; 9. Marcucci 8; 10. Bondioni 4; 11. Gianesini 3.
UNDER 23: 1. Romagnoli 50 Punti; 2. Grossi 36;
TEAM: 1. Emmeci Sport, HMI 50 Punti; 3. Gino WRC 36; 3. 4. Elite Motorsport 24; 5. Sportec 16; 6. Rally Sport Evolution 12.

FONTE: UFFICIO STAMPA GR YARIS RALLY CUP

Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK