Condividi su Facebook | | |

Collecchio Corse porta D'Alberto alla scoperta del Lana

COMUNICATO STAMPA

Pronti a rispolverare la sempreverde Peugeot 106 Rallye e ad aprire l'armadio per tornare ad indossare tuta, casco, scarpe e guanti, in vista di una delle classiche del rallysmo tricolore, il Rally Lana, in programma per i prossimi 10 e 11 Luglio. Protagonista di questa trasferta sarà Luca D'Alberto, al ritorno all'attività agonistica dopo una lunga pausa che lo vede fermo dal Salsomaggiore (foto Massimo Carpeggiani in esclusiva per Rallysmo.it) della passata stagione.

L'appuntamento valido per la Coppa Rally ACI Sport di zona 1, a coefficiente maggiorato a quota 1,5, avrà quindi il compito di accogliere il pilota di Porto Valtravaglia nell'ingrato compito di fargli togliere la tanta ruggine accumulata, al culmine di un'assenza durata quasi un anno. “Eccoci al via, finalmente, della prima gara stagionale” – racconta D'Alberto – “perchè, a dire il vero, dovevamo essere presenti al Rally dei Laghi ma poi, per vari motivi, non siamo riusciti ad esserci. Il Lana sarà quindi la prima uscita dell'anno e, calcolando che l'ultima è stata il Salsomaggiore del 2020, è facile capire come questa uscita dovrà essere utilizzata per togliere la ruggine che abbiamo accumulato. Le nostre aspettative sono molto basse, l'obiettivo è soltanto quello di riuscire a vedere il traguardo, lavorando sulla crescita del passo gara.”

Un appuntamento delicato sia per il pilota varesino, affiancato nell'occasione da Luca Calori, che per l'aspetto tecnico, dato che sulla trazione anteriore transalpina ci sarà un nuovo motore. “Correremo con la mia Peugeot 106 Rallye di gruppo N” – sottolinea D'Alberto – “una vettura privata e gestita personalmente. Questa gara sarà un doppio esame per me, sia da pilota che da preparatore, perchè monteremo un motore del tutto nuovo. Speriamo vada tutto bene.”

Saranno due le frazioni che andranno a costituire lo scheletro della trentaquattresima edizione del Lana, partendo dal tardo pomeriggio di Sabato 10 Luglio dove i concorrenti andranno ad affrontare un primo giro a “Tracciolino” (7,40 km), seguito dalla “Biella - Oropa” (6,75 km) e dalla ripetizione del tratto cronometrato di apertura, da disputare alla luce delle fanaliere. Si ripartirà Domenica, di buon mattino, per dare il via ad una vera e propria ronde.
La prova speciale di “Caprile” (11,70 km) sarà ripetuta per tre passaggi in sequenza, delineando i poco più di cinquantasei chilometri complessivi di gara. “Sarà la prima volta in questo rally” – conclude D'Alberto – “e, da quanto ho potuto capire, le prove sono molto ostiche e selettive, da non sottovalutare sicuramente. Devo ammettere che sono davvero molto emozionato per le due prove in notturna. È sempre più difficile vederle in un rally, quando una volta erano all'ordine del giorno, ed hanno sempre un fascino del tutto particolare. Un grazie di cuore a Collecchio Corse, a Zero 7 Racing ed a tutti i partners che ci sostengono in questa prima trasferta del 2021. Non vediamo l'ora di iniziare la prima speciale.”

FONTE: UFFICIO STAMPA COLLECCHIO CORSE

Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK