Condividi su Facebook | | |

Tutti al Circuito di Cremona per seguire il ritorno di Franco Leoni!

Franco Leoni sta al Circuito di Cremona come il torrone sta alla città di Cremona: da sapore al rally. E che sapore: tra i vari motivi che rendono interessante una gara che ha fatto il pienone di iscritti (e valida anche per l'Erms Rally Cup), il più stuzzicante è senza ombra di dubbio il ritorno in gara di Franco Leoni. Un ritorno atteso da tutti gli appassionati di rally, non solo emiliani. Un rientro che s’è fatto attendere, visto che l’ultima gara disputata dal mitico pilota piacentino è la Ronde dell’Alta Valtidone del 6 ottobre 2012. 

Questa, invece, è la volta buona: Leoni correrà con la Grande Punto S2000 di Bernini; con il numero 11, in coda alla pattuglia di S2000 che si contenderanno la vittoria (tra i favoriti, gli altri piacentini Elia Bossalini e Gabriele Cogni). Magari - lo diciamo senza polemica, comprendendo le ragioni delle scelte fatte - avrebbero pure potuto dargli il numero 1, perché una vetrina così l’intramontabile King Lions se la sarebbe meritata e, crediamo, non avrebbe dato alcun fastidio a chi il numero uno se lo è guadagnato sul campo un anno fa. Forse una piccola occasione persa - anche per dare unlteriore risalto alla gara stressa -, ma essun problema; del resto non è che correre con il numero 1 o 11 crei alcun grattacapo a Franco. Il quale in testa, infatti, ha tutt’altro: “Torno perché si sono finalmente concretizzate tutte le condizioni affinché questo accadesse – ci dice -. La gara, poi, mi piace molto: finalmente non si corre più di notte, e questo è il motivo per il quale non l’ho fatta in passato; poi ci sono delle belle prove, valide dal punto di vista tecnico e pure facili da provare. E’ proprio un rally che merita…”.

Tornare in macchina dopo ventun mesi di ‘letargo’ significa che Leoni correrà per divertirsi e divertire? “Guarda, io mi diverto quando vinco – ribatte pronto Franco -! Parto sempre per fare del mio meglio e così sarà anche stavolta, ben sapendo che me la vedrò con gente che va forte davvero e va forte a fine gara tanto quanto all’inizio; io, invece, ruggine a parte, credo di avere come unica incognita la tenuta fisica. Insomma, vediamo come va…”.

Franco rivela infine di aver meditato di correre con un’altra auto: “Viste le caratteristiche delle prove, mi piaceva l’idea di ripartire con la 306 Maxi, che penso avrebbe potuto permettermi di lottare là davanti. Poi è venuta fuori questa opportunità con la Grande Punto del mio amico Michele Bernini ed ho optato per quest’auto…”. Una macchina che Leoni conosce bene (nella foto, in azione al Città di Bettola 2012 organizzato dalla stessa Rally & Promotion che, ancora una volta, ha dato vita al rally cremonese) e con la quale ha ottenuto diversi buoni risultati, tra cui la vittoria nel Città di Modena del 2009. 

  • Letto 1040 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK