Condividi su Facebook | | |

Roberto Vellani resta sul trono del Campionato Regionale Emilia-Romagna, Marche e San Marino

Il reggiano, portacolori di Maranello Corse e su Peugeot 208-MM Motorsport, mantiene lo scettro conquistato nel 2017 davanti ad Angi (vincitore ieri all’Adriatico) e Razzini.

Obiettivo stagionale centrato per Roberto Vellani: il 54enne matildico, in forze a Maranello Corse ed al volante di una Peugeot 208 (classe R5) di MM Motorsport, si conferma sul trono del Campionato Regionale Acisport Zona 4, ovvero quello dedicato ad Emilia-Romagna, Marche e San Marino. Titolo già messo in cassaforte dopo il RAAB, vinto in volata su Brusori ed Alerini, ma le classifiche della serie assumono ora contorni definitivi dopo la disputa dell’Adriatico. Il ruolino di marcia vincente di Vellani - che condivide il titolo con i navigatori modenesi Fabio Cangini e Luca Amadori - i due in azione al recente Città di Modena nella foto di Massimo Carpeggiani in esclusiva per Rallysmo.it -e con il lucchese David Castiglioni – è composto dal secondo posto del Romagna, dal quarto dell’Appennino Reggiano e dal già citato successo felsineo. Vellani, ovviamente, si aggiudica anche il titolo di classe R5.

Alle sue spalle, i veneti Angi-Maddalozzo, impostisi ieri all’Adriatico in una gara – quella dedicata al Regionale, ovviamente – disputata dalla miseria di quattro equipaggi, poi ecco Razzini-Marcomini, arrivati al bronzo grazie al successo dell’Appennino Reggiano. I terraioli piacentini Comini-Gravaghi, secondi all’Adriatico con la loro Citroen Saxo, si attestano ai piedi del podio e davanti a Brusori-Carrugi (terzi al Romagna e, appunto, secondi sulle strade di casa).
Nelle classifiche di classe/raggruppamento, spiccano i successi dei modenesi di Publi Sport Racing Tonino ed Alessandro Di Marco (percorso netto il loro) in N2/ProdS2 e quello dei piacentini Zilocchi-Della Torre in N3/ProdS3 (il primato, per loro, matura grazie al solo hurrà reggiano); a Gubertini-Ialungo è sufficiente la vittoria all’Appennino Reggiano per mettere le mani sul titolo di A7/ProdE7/S1600, idem dicasi per Zorra-Carbognani (Peugeot 208-Publirace) in R2/K10/A6/ProdE6 e per i castelnovesi Giovani-Giuseppe Aldini in R3 e per Balugani-Malvolti (MG 105 ZR-PubliSport) in Racing Start. Uder 25 ex-aequo tra i bolognesi Amedeo Venturi e Matteo Cavicchi ed il modenese Alex Beggi (con l’aretino Filippo Alicervi).

Le classifiche finali sono consultabili a questo link, fermo restando che si tratta di graduatorie assolutamente non ufficiali. Attendiamo, come sempre, quelle redatte da Acisport (in realtà, stiamo ancora aspettando quelle del 2017…). Prima di allora, verrà ratificato il nuovo volto dei campionati di base: stando a quanto già emerso nei mesi scorsi, avremo a che fare con le Coppe Rally di Zona (CRZ), in pratica gironi di qualificazione che faranno da prologo ad una finale nazionale, valida per l’assegnazione dell’ACI Sport Rally Cup.

  • Letto 249 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK