Condividi su Facebook | | |

Menù ricco per il 1° Rally Day delle Colline Matildiche

Qual è il miglior antipasto di un rally? Semplice: una cena a sfondo benefico. Così è stato, ieri sera, per chi ha partecipato alla presentazione del 1° Rally Day delle Colline Matildiche.

E’ uno di quei ristoranti che sono degli insospettabili ed autentici covi da rally, non a caso situato nel bel mezzo della prima speciale sulla si correrà fra due settimane: Turci, a Grassano di San Polo, alimenta da sempre (in tutti i sensi e, se permettete l’inciso, con notevole gusto del palato…) la passione di quel manipolo di appassionati che ora risponde al nome di Grassano Rally Team. Non avrebbe dunque potuto esserci luogo migliore per presentare la gara che andrà in scena il 19 ottobre prossimo.

E non c’è da stupirsi se il locale ha registrato, di nuovo, il tutto esaurito: un buon centinaio di persone tra piloti, addetti ai lavori ed appassionati si è dato appuntamento per passare una gustosa serata in compagnia e per fare il punto sull’attesa seconda gara che si disputerà in provincia di Reggio Emilia nel 2015.

A fare da sfondo all’evento, un mix di video (come sempre elaborato da Daniele Bertolini, una delle anime della gara se non proprio il ‘motore’ del rally, per dirla con il boss del Grassano Rally Team Alen Carbognani) di grossa suggestione, con alcune delle migliori immagini degli storici passaggi dell’Appennino Reggiano sulla prova di San Polo, ma anche con una bella carrellata rievocativa sul rallysprint delle Colline Matildiche, andato in scena a fine anni ’90: il nuovo rally day ne rilancia il nome, grazie anche alla generosità di Maurizio Medici, ha ceduto volentieri il ‘marchio’ al nuovo organizzatore.

Le redini della serata sono state tenute da Alen Carbognani, che ha innanzi tutto voluto ringraziare tutti coloro che, con il loro contributo, hanno permesso la realizzazione della gara. Un elenco che parte, ovviamente, dai suoi ‘soci’ (ma, prima di tutto, appassionati all’ennesima potenza), che questo rally day l’hanno sognato, ideato e costruito con grande forza di volontà. Poi, applausi alle varie amministrazioni comunali (San Polo d’Enza, Canossa e Casina), all’ACI di Reggio Emilia ed al suo direttore, al delegato provinciale Csai – e futuro direttore della gara, ieri assente proprio perché impegnato a ‘tirare le fila’ di un altro rally – ed alle scuderie Publirace, San Michele e Jolli Corse, oltre che all’Associazione La Torre.

Il diapason dell’emozione lo si è raggiunto grazie ai genitori di Fabrizio Tosi, al quale sarà intitolato l’omonimo ‘memorial’: con la loro presenza e con le loro parole, hanno ravvivato il ricordo di un grande appassionato – nonché commissario di percorso – al quale un destino infame ha negato la possibilità di vivere la gioia di questa gara al fianco dei suoi amici di sempre, ma non quella sopravvivere nel cuore di tutti, anche grazie all’iniziativa che premierà il tempo più veloce nei tre passaggi sulla ‘San Polo B’.

Si è poi entrati nel dettaglio del rally, con Carbognani a ricordare il programma di gara nonché le informazioni principali su percorso, prove (recentemente è stata accorciata di 900 metri la ‘San Polo B’) e logistica dell’evento. Particolare attenzione è stata posta al Trofeo Parmigiano Reggiano: messo in piedi insieme alla Scuderia San Michele, abbinerà il Colline Matildiche e la Ronde del Monte Caio mettendo in palio decisamente premi speciali (soprattutto in proporzione a questo tipologia di gare). Infine, il presidente del Grassano Rally Team ha rivelato che a fine gara saranno realizzate interviste con tutti gli equipaggi giunti al traguardo di San Polo, grazie alla collaborazione con Video Leader di Manuel Magnani.

E mentre la serata è andata chiudendosi con la raccolta di fondi che saranno devoluti in beneficienza alla Lega del Cuore di Reggio Emilia, è partito il toto-piedoni: in attesa di conoscere l’elenco iscritti (che sarà svelato ovviamente dopo la chiusura delle iscrizioni, prevista per le 18 di lunedì 13 ottobre), si contano già iscritti di tutto rispetto (per esempio il parmense Fausto Castagnoli), ai quali si aggiungeranno i big locali, tra i quali sono attesi Davide Medici, Roberto Vellani, il fresco vincitore del Raab Pietro Penserini (in azione nella foto di Dino Benassi), il mitico Gianni Cerioli e, tra gli altri, si spera anche Gianluca Tosi e Marcello Nicoli. Al via dovremmo vedere anche Andrea Saccheggiani, al rientro dopo alcuni anni d’inattività con una Renault Clio R3C.

  • Letto 1550 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK