Condividi su Facebook | | |

Ivan Ferrarotti ancora oltre confine: nel 2020 al via del Clio R3T Trophy Alps

Il pilota di Castelnovo Monti  (foto Massimo Carpeggiani in esclusiva per Rallysmo.it) resta fedele alla Clio R3 turbo e si mette in gioco nel principale trofeo della casa della Losanga riservato a questa vettura: cinque le gare in programma tra Francia e Svizzera.

Ivan Ferrarotti prosegue l’avventura internazionale. Dopo l’esperienza vissuta nel 2019 nel trofeo R3 francese, l’esperto rallysta reggiano correrà quest’anno nel Clio R3T Trophy Alps che si disputerà nell’ambito dell’ERT Alpine Rally Trophy.

In pratica, il tre volte campione italiano (due gli scudetti Produzione, ed uno targato Due Ruote Motrici) cambia il teatro delle sfide agonistiche per restare fedele al trofeo di riferimento riservato alle Clio R3 turbocompresse. Da quest’anno, infatti, Renault punta forte sulla Clio R1 ed a questo modello dedica il principale trofeo, ovviamente inserito nel calendario francese; così, le Clio R3 turbo trovano nuova collocazione in questo trofeo organizzato dalla filiale elvetica di Renault, ma con il supporto della casa madre.

Tutto questo, in sostanza, significa per Ferrarotti ritrovare probabilmente molti dei rivali con i quali si è confrontato l’anno passato, ma solo uno dei cinque rally in programma, il Mont-Blanc Mrozine d’inizio settembre, è in comune con il calendario della passata stagione. Le altre quattro gare in programma sono infatti il Rallye Epernay Vins de Champagne (in Francia), che aprirà la sfida nell’ultimo fine settimana di marzo, il Rallye Ain-Jura (8/9 maggio, sempre in Francia), il Rally du Chablais (28/30 maggio, Svizzera), mentre la chiusura è prevista al classico rally svizzero di Valais, dal 15 al 17 ottobre.

Sarà dunque una stagione nella quale Ferrarotti si ritroverà ad affrontare gare inedite, ma il diretto interessato non fa una piega: “Correre all’estero è sempre stato un mio obiettivo, le novità sono uno stimolo, non certo una preoccupazione – assicura Ivan -. Del resto, cambia lo scenario ma non la complessità ed il valore delle gare, che restano di prim’ordine: insomma, sarà un ripartire da zero ma con motivazioni alle stelle, alimentate anche da un parco partenti che dovrebbe essere decisamente numeroso, perché chi ha una Clio R3T convergerà con ogni probabilità in questo trofeo. Inoltre, pure i premi sono più che interessanti (i premi gara saranno in denaro, pneumatici e benzina, mentre il vincitore del trofeo si assicurerà la partecipazione al Monte Carlo 2021 – ndr). Personalmente, ci tenevo a proseguire la mia esperienza sulla Clio turbo, una vettura sulla quale mi trovo bene e che ritengo essere sempre molto competitiva tra le auto a due ruote motrici. Obiettivi? I proclami non fanno per me: parto con l’umiltà di sempre, pronto a dare battaglia ed a cercare di ottenere il meglio in ogni singolo appuntamento”.

Ferrarotti correrà ovviamente con la Clio R3 della Gima e sarà ancora affiancato dal navigatore bresciano Manuel Fenoli, ma difenderà quest’anno i colori di Meteco, separandosi così dalla Best Racing Team con la quale ha corso per buona parte della propria carriera. La prima uscita stagionale sarà il Val Merula della prossima settimana, poi ci sarà spazio per un'altra gara-test prima dell'esordio nel trofeo: in ballo ci sono Ciocco ed Appennino Reggiano, con la gara di casa preferita per ovvie ragioni ma svantaggiata perché in programma il week-end antecedente il rally di Epernay.

  • Letto 921 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK