Condividi su Facebook | | |

Il Lupo torna in gara: Calzolari al San Marino Rally Show come navigatore di Andrea Tonelli

A quasi un anno dall’incidente di Lahti, il piedone sammarinese torna in azione affiancando il pilota reggiano sulla Ford Escort di 3° Raggruppamento 2000cc.

Il San Marino Rally Show fa notizia ancor prima di andare in scena. E che notizia: al mini-rally che farà da corollario alla gara valida per il CIRT prenderà parte anche Giuliano Calzolari, uno dei piloti titani più noti ed amati. Per il ‘Lupo’ si tratta del ritorno alle corse ad undici mesi dalla disavventura di Lahti (la foto si riferisce alla vittoriosa partecipazione al rally finnico del 2016).

Sugli asfalti della repubblica biancazzurra, Calzolari tornerà ad indossare finalmente tuta e casco e si accomoderà su una Ford Escort, ma non lo farà su sedile mancino: l’atteso ritorno si concretizzerà nelle vesti di navigatore; praticamente un ritorno alle origini, per Calzolari, che sino ai primi anni Novanta ha corso con il blocco delle note in mano, prima di convertirsi – con grande beneficio del rallysmo, diciamocelo – al ruolo di pilota.

La rentrée si materializzerà grazie ad Andrea Tonelli: “il mio amico e fedele navigatore Roberto Debbi è in ferie – spiega ‘Penna’, che appena un mese fa è diventato papà di Gabriele – e così mi è venuto naturale pensare a Giuliano. Siamo amici da anni, la mia avventura con la Escort sulla quale corro da anni è nata con e grazie a lui. Gli ho chiesto se se la sentisse è, una volta avuto l’ok, abbiamo varato l’equipaggio…”.

Sabato, dunque, tutti gli occhi saranno puntati sulla Ford Escort rossonera di 3° Raggruppamento (gruppo 4, classe 2000), e non solo per lo spettacolo che Tonelli è solito distillare agli appassionati. “Come mi sento? Non ho mai avvertito la pressione alla vigilia ed è così anche ora – attacca Calzolari. La voglia di correre c’è, ho cominciato a pensarci già pochi giorni dopo l’incidente di Lahti. Fisicamente sto bene, il morale è alto. Navigare? E’ stata la mia prima passione – ricorda sorridendo – ed ho smesso di farlo solo quando il mio datore di lavoro mi ha dato l’aut-aut: è tanto che non siedo a destra, per lo meno stavolta ho il vantaggio di conoscere le strade (ride, ndr)… Diciamo che farò del mio meglio per compensare i 90 chili che porterò in abitacolo - conclude scherzando -. Mi fa molto piacere, però, tornare ai rally con Andrea, vista la grande amicizia che ci lega. Ammetto che mi ha fatto una sorpresa ed un regalo a chiedermi di affiancarlo in questa occasione; anche per questo ci tengo molto a fare bene...”.

Se il primo passo sarà da navigatore, è chiaro che tutti stiamo attendendo il ritorno del Lupo al volante: quando accadrà? “Al momento è presto per dirlo: devo ancora mettere mano alla mia Escort incidentata, ma la voglia di tornare a pigiare sul gas è tanta. Mi piacerebbe che accadesse al Rallylegend, ma dovrei trovare la macchina giusta”.

  • Letto 242 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK