Condividi su Facebook | | |

Daniele Ceccoli a caccia del bis terraiolo con una Fabia R5 della PA Racing

Il sammarinese, campione del TRT 2016, tenterà di tornare in vetta al campionato tricolore dedicato alle gare su strade bianche con una Skoda Fabia R5 della PA Racing. Quasi certamente, tra i rivali non ritroverà il campione in carica Andrea Dalmazzini.

Ha abdicato, ma non rinunciato. Daniele Ceccoli, insomma, non molla, anzi: cerca il raddoppio. Dopo un 2017 ad alterne fortune che non gli ha permesso di confermarsi sul trono dell’ex TRT, il forte pilota Titano si rimette in gioco per tentare di tornare il numero uno del Campionato Italiano Rally Terra.
Lo specialista terraiolo darà l’assalto al titolo con una Skoda Fabia, ovviamente di classe R5, della PA Racing (l’accordo è stato siglato venerdì): dunque, una delle vetture più competitive in circolazione, preparata da un team con il quale Daniele ha vinto il TRT di due anni fa. Si riforma, dunque, un connubio affiatato e di provata competitività; e Ceccoli tornerà su una macchina, la Fabia, con la quale si era trovato decisamente a proprio agio (anche se nel 2016 il titolo è arrivato con un mezzo in configurazione S2000).

Ora, il sammarinese ha un buon paio di mesi a disposizione per preparare al meglio la campagna nel CIRT che scatterà il 20 aprile al Liburna Terra. E tra i rivali con i quali si giocherà lo scudetto, il vice-campione in carica non dovrebbe trovare proprio colui che, lo scorso autunno, gli ha soffiato il numero uno: Andrea Dalmazzini, infatti, è orientato su altri programmi e solo un dietrofront dell’ultima ora lo ripoterà su questo fronte per mettere in palio il titolo 2017. Questo renderà Ceccoli il favorito d’obbligo del CIRT 2018, senza nulla togliere ai concorrenti che lo sfideranno nelle sei tappe del tricolore.

  • Letto 172 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK