Condividi su Facebook | | |

D’Arcio (208 R2) e Zanni (Fabia R5) i portacolori Eurosport nell’IRC

La scuderia reggiana schiererà i due veterani nella serie che si aprirà ad inizio aprile, entrambi all’esordio sulle rispettive auto. Calendario stagionale in via di definizione, ma per i piloti del sodalizio si prospetta un 2019 piuttosto denso d’appuntamenti agonistici.

Due equipaggi proiettati verso l’IRC ed un calendario annuale in continuo sviluppo. Questa la fotografia di quanto hanno saputo concretizzare in queste prime settimane del 2019 in casa Eurosport; la scuderia emiliana ha definito innanzi tutto il programma clou della propria stagione, incentrato nella partecipazione all’International Rally Cup. Ai nastri di partenza del campionato si presenteranno Paolo Zanni e Luciano D’Arcio, due volti noti del rallysmo nostrano e della stessa serie dedicata ai rally internazionali su asfalto.

Paolo Zanni – atteso in gara, come sempre, con Faustino Mucci – ripartirà dal 13° posto finale arpionato l’anno scorso, nella sua prima apparizione nell’IRC, e dall’ottava posizione del Taro, miglior risultato colto nelle tre gare disputate nel 2018. Stavolta, però, il pilota di Formigine si butterà nella mischia al volante di una Skoda Fabia della RS Sport, abbandonando quindi la Fiesta della G.B. Motors utilizzata da fine 2017 (la foto di Dino Benassi in esclusiva per Rallysmo.it ritrae il pilota in azione all'Appennino Reggiano 2018, chiuso al terzo posto). Quasi un ‘anno zero’, quello del solido modenese, che troverà tra i suoi diretti rivali Tosi-Del Barba. Oltre alla gare dell’IRC, Zanni conta di disputare il Città di Modena, a metà settembre, sempre sulla vettura ceca.

Auto tutta da scoprire anche per Luciano D’Arcio: il pilota di Casalgrande sgomiterà in R2B con un Peugeot 208 (sulla quale salirà con la toscana Elisa Filippini) e cercherà gloria anche nel trofeo Peugeot Competition Rally Cup 208 Pro, abbinato appunto all’IRC. Sempre molto veloce sulle due ruote motrici, Luciano vorrà confermare la sua fama anche alla guida della ‘pepatissima’ vettura della casa del Leone, nobilitando con risultati di spessore il proprio ritorno sulla scena dell’IRC a distanza di oltre dieci anni dall’ultima partecipazione. Pure per D’Arcio, il 2019 non sarà circoscritto alla sola partecipazione al campionato ‘privato’ degli asfaltisti: il nome del piedone reggiano apparirà negli elenchi di diversi altri rally emiliano-romagnoli, toscani e liguri, e per questi appuntamenti extra IRC il più giovane dei fratelli da corsa si dividerà tra la Clio gruppo A, quella S1600 e la Fabia R5 (che dovrebbe usare almeno al Colline di Romagna ed al Città di Modena).

Altri piloti difenderanno i colori di Eurosport: in particolare, vedremo in azione Mauro Zanotti (assecondato da Giordano Nardini), probabilmente sempre sulla sua 206, e Pier Verbilli – con Andrea Albertini -, per i quali si prospetta la partecipazione a diverse gare di varia tipologia. In via di definizione la partecipazione di Donald Braglia al Rallylegend.

  • Letto 863 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK