Condividi su Facebook | | |

Calendari 2020: in Emilia-Romagna si parte con l’Appennino Reggiano In evidenza

Varato a Roma il calendario rallystico della prossima stagione. Nella nostra regione, ancora una volta i motori si accenderanno con la gara reggiana che aprirà l’IRCup, a fine marzo. Il CRZ, che come sempre comprenderà anche Marche e San Marino, scatterà a maggio con l’Adriatico. Chiusura a metà ottobre con il Monte Caio, che passa al formato di Rally Day.

Si svilupperà da fine marzo a metà ottobre, la stagione rallystica 2020 in Emilia Romagna. La riunione plenaria degli organizzatori, tenutasi oggi a Roma, ha partorito il calendario agonistico della prossima stagione che, per quanto riguarda le competizioni in programma nella nostra regione, presenta relativamente poche novità rispetto al 2019.

I motori, in Emilia-Romagna, si accenderanno nel fine settimana conclusivo di marzo, con la disputa dell’Appennino Reggiano: la manifestazione di Grassano Rally Team si comporrà del rally Internazionale, confermato come prova di apertura della International Rally Cup, e del rally Nazionale (non titolato). Si dovrà attendere oltre un mese per spostarsi nelle vicine Marche, dove prenderà il via la Coppa Rally di Zona 3: il Rally Adriatico è previsto per il week-end d’inizio maggio, ma PRS Group potrebbe veder slittare la data della propria gara di due settimane, al 17 maggio. In ogni caso, il rally moderno sarà come sempre valido per CIRT e, appunto, CRZ, mentre il Medio Adriatico farà parte del Trofeo Terra Rally Storici.

A metà maggio, per ora, è previsto il 3° Rally Day del Castelli Piacentini, ma Eventstyle ha già richiesto di anticipare la data distanziarsi dal Taro, in programma per il fine settimana seguente. Tra le opzioni proposte dall’organizzatore, quella di spostare il rally valtidonese ad aprile, andando così ad occupare – più o meno – la data che, sino alla scorsa primavera, era occupata dal Colline di Romagna; a proposito di questa gara, per la quale avevamo già preannunciato l’uscita del CRZ, è stato deciso di ‘riciclare’ l’evento (con altra denominazione) sotto forma di sperimentale (una sorta di show), la cui nuova collocazione sarà il 19 e 20 dicembre.

Dal 22 al 24 maggio, come accennato, sarà tempo di Rally del Taro: menu invariato, da parte di Scuderia San Michele, con il rally Internazionale (nella foto Amicorally, il podio della passata edizioneche scriverà il secondo atto dell’IRCup ed il Nazionale non titolato ad accompagnare la gara principale.

A fine giugno si correrà sull’Alto Appennino Bolognese: il RAAB, per l’occasione, tornerà ad abbinare nella stessa data sia il rally moderno (secondo round del CRZ) e quello storico. Due settimane più tardi, gli sterrati titani ospiteranno il San Marino (CIRT), nell’ambito del quale andrà in scena anche la terza prova della Coppa Rally di Zona.

Agosto si aprirà con il Salsomaggiore: come già annunciato da Media Rally Promotion, la manifestazione ricalcherà quanto visto nel 2019 e, quindi, insieme al rally moderno valido per il CRZ ci saranno lo storico (nazionale non titolato) e la prova di regolarità sport.

Confermato a metà settembre il Città di Modena, atteso ultimo atto del CRZ per quanto riguarda il rally moderno; la gara storica, alla settima edizione, farà ancora parte dell’analogo torneo interregionale dedicato alle splendide storiche.

Un mese più tardi, l’ultimo appuntamento rallystico in regione: come quest’anno, sarà al Monte Caio, ma la gara parmense di ASD Monte Caio, Jolly Corse e Scuderia San Michele avrà un volto diverso rispetto a quello noto. Nel 2020, infatti, il formato passerà da Ronde a Rally Day, cosa che permetterà appunto l’anticipo della data rispetto a quella – spesso infelice, a livello meteo - di novembre.

Oltre a queste gare, una veloce occhiata alle altre competizioni organizzate dagli organizzatori della nostra regione: PRS Group darà vita anche al Rally delle Marche (Raceday), per ora previsto per il 15 novembre, anche se il sodalizio di Oriano Agostini ha già chiesto di anticipare di una settimana per allontanare la propria gara dal Tuscan Rewind di Eventstyle, che resta invece collocato a fine novembre e chiuderà CIR, CIRT e TTRS. PRS Group, inoltre, darà via al Master Show Terra dei Piloti, in programma a fine marzo nel Pesarese: si tratta di un evento sulla falsariga del Memorial Bettega ed aperto alle sole vetture di classe R5. Esce di scena, invece, il Nido dell’Aquila, che sarà eventualmente riproposto come nel suo format originale di salita su terra.

Questo il calendario rallystico 2020 emiliano-romagnolo (comprensivo dei due rally fuori regione validi per il CRZ3):

27-29.03 - 41° Rally Internazionale Appennino Reggiano | IRCup
27-29.03 – 2° Rally Nazionale Appennino Reggiano
01-03.05 - 27° Rally Adriatico | CIRT, CRZ
01-03.05 – 2° Rally Storico del Medio Adriatico | TTRS
16-17.05 - 3° Rally Castelli Piacentini | Rally Day
22-24.05 - 27° Rally Internazionale del Taro | International Rally Cup
22-24.05 – 6° Rally Nazionale del Taro
27-28.06 - 32° RAAB | CRZ
27-28.06 - 43° RAAB Historic
11-12.07 - 48° San Marino Rally | CIRT, CRZ
01-02.08 - 3° Rally Salsomaggiore Terme | CRZ
01-02.08 - 2° Rally Historic Salsomaggiore  
12-13.09 - 41° Rally Città di Modena | CRZ
12-13.09 - 7° Historic Città di Modena | TRZ
17-18.10 - 11° Rally Monte Caio | Rally Day

  • Letto 608 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK