Condividi su Facebook | | |

Bmw Rally Cup 2019: il trionfo di Varesi-Laneri

La serie organizzata da CFB2 Racetech e riservata alle BMW 318iS si è conclusa ieri con la finalissima del Città dei Mille: successo e titolo alla coppia piacentina (foto d'archivio di Massimo Carpeggiani in esclusiva per Rallysmo.it) davanti ai conterranei Foppiani-Ratnayake ed al parmense Alfano, affiancato dal pavese Quarantani. Novità in vista per il 2020: due i trofei in programma, il principale dei quali abbinato all’IRCup.

Doppietta piacentina nella BMW Rally Cup 2019: Mattia Varesi e Gaia Laneri hanno infatti conquistato ieri la finalissima della serie organizzata da CFB2 Racetech, dominando la gara che vedeva al via i primi tre equipaggi qualificati nei due gironi eliminatori.

Approdati alla gara bergamasca da autentici mattatori del girone B, Varesi-Laneri si sono confermati i più veloci anche sulle strade lombarde. Al Città dei Mille, la coppia emiliana ha subito inferto un segnale decisivo, frapponendo fra la propria BMW 318i (classe RS2.0 Plus( e quella dei conterranei Foppiani-Ratnayake 9”4 (oltre 1” al chilometro, quindi). Più staccati Alfano-Quarantani e Ceroni-Spagnoli (rispettivamente a 17” e 19”1), apparsi subito fuori dai giochi per il titolo ma in piena corsa per il podio, mentre Bignardi-Brusa (a 32”) e Mussi-Bruno (a 37”8) hanno dato la sensazione di essere relegati a giocarsi le ultime due posizioni tra i sei equipaggi finalisti. La seconda prova ha di fatto replicato i responsi della frazione iniziale (con il solo avvicendamento tra Mussi e Bignardi al quinto posto), ma con i primi quattro equipaggi racchiusi in 10”; i 6”3 inferti a Foppiani hanno messo ulteriormente al sicuro il primato dei battistrada (autori del miglior tempo di giornata), ritrovatisi con 15”7 di margine a metà gara.

La terza prova ha segnato la virtuale conclusione della sfida al vertice e riaperto i giochi per gli altri due gradini del podio: Varesi-Laneri di nuovo primi con 4”3 su Ceroni-Spagnoli, un decimo più veloci di Alfano-Quarantani, mentre più staccati a causa di un testacoda hanno chiuso Foppiani-Ratnayake (a 11”8): questo ha significato che Varesi-Laneri si sono ritrovati con 27”5 di margine, mentre Foppiani-Ratnayake si sono presentati al via dell’ultima prova con appena mezzo secondo su Alfano e meno di sei secondi su Ceroni-Spagnoli. L’ultima sfida cronometrata regalava gloria a Foppiani-Ratnayake, con Varesi-Laneri secondi senza patemi; Ceroni-Spagnoli hanno parzialmente ricucito il divario su Alfano-Quarantani, mentre Mussi-Bruno hanno di nuovo preceduto Bignardi-Brusa.

Alla fine, così, Varesi-Laneri hanno concluso con un margine di 25”2 su Foppiani-Ratnayake, mentre il bronzo è andato ad Alfano-Quarantani (a 32”2); quarto posto per Ceroni-Spagnoli (a 34”9), quinti Mussi-Bruno a 1’37”1, sesta posizione per l’equipaggio femminile composto dalla ‘mitica’ Isabella Bignardi e Sara Brusa (a 1’59”4).

Al Città dei Mille, la BMW Rally Cup ha vissuto l’ultimo atto di una stagione che ha visto le BMW a trazione posteriore preparate in terra piacentina catturare le attenzioni degli appassionati in tutte le gare nelle quali si sono sfidate; soprattutto, però, ci pare piuttosto azzeccato il mix di ingredienti proposto da CFB2 Racetech: auto non solo spettacolari e divertenti da guidare ma anche formative, a fronte di costi ampiamente abbordabili ed un discreto montepremi. Tutto questo ha permesso di collezionare un incoraggiante numero di iscritti (dodici).

DOPPIO TROFEO NEL 2020. Così, per la prossima stagione si punta a consolidare la serie dando vita a due trofei: quello principale si sarà denominato BMW Rally Cup Top e si disputerà nell’ambito della International Rally Cup (ma solo su quattro delle cinque gare in programma: non si correrà a Piancavallo). Il montepremi prevede che ai vincitori delle singole tappe vada l’iscrizione gratuita al rally successivo oltre ad un set di 4 pneumatici, mentre il secondo classificato porterà a casa 2 pneumatici; a fine stagione, il campione del trofeo Top conquisterà 10mila Euro, il secondo in classifica finale ne metterà in tasca 5mila ed il terzo 3mila.

A questo trofeo si affiancherà la Easy Cup, per la quale la formula rispecchierà in pratica quella vista nel trofeo appena concluso. Calendario ancora da definire, ma che di sicuro si articolerà su cinque gare (siano esse ronde, rally day, oltre ad una prova del CRZ): due di queste tappe saranno il Castelli Piacentini ed il Salsomaggiore.

  • Letto 556 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK