Condividi su Facebook | | |

Best Racing Team arruola Ivan Ferrarotti e mette il turbo al motore delle ambizioni

La scuderia di Viano riporta sotto le proprie insegne il pluri-tricolore: il castelnovese punta di diamante di un gruppo di piloti e navigatori scalpitanti in vista della stagione che sta muovendo i primi passi.

Ci sono molti modi per approcciare una nuova annata sportiva e Best Racing Team si è regalato uno dei migliori: quello di assicurarsi i servigi del pilota più titolato della sua terra. Il team di Viano ha infatti riportato nei suoi ranghi Ivan Ferrarotti (foto Acisport), il quale aveva già difeso i colori della scuderia di Corrado Ghirri per diversi anni. Un ritorno importante, quello del 37enne castelnovese, che coincide – come abbiamo anticipato a fine gennaio – con il rientro dello stesso pilota nel CIR Due Ruote Motrici, già vinto dal 2014 al 2016 (nei primi due anni denominato Produzione), ovviamente per cercare di tornare subito sul gradino centrale del podio.

Ferrarotti sarà l’indiscutibile fiore all’occhiello della scuderia e sarà il porta bandiera virtuale di un gruppo di rallysti tanto nutrito quanto agguerrito. I programmi sui quali Ghirri ha lavorato sono i più molteplici, e diversi sono ancora in via di definizione: Gabriele Romei affiancherà Federico Santini nel CIR, portando nell’abitacolo della Skoda Fabia tutto il suo talento e la sua esperienza al servizio del giovane pilota toscano. Di Alberto Sassi e Fabio Cangini abbiamo già detto (i due sono in ‘bilico’ tra il CIR e l’Italiano WRC e si sta sempre lavorando sul ‘progetto Tour de Corse’, il tutto sulla Porsche 997), mentre il fratello del deus-ex-machina, Massimo, si dedicherà ai rally di casa ed alle due gare-evento di Monza, sempre su vetture di cilindrata importante.

Gran parte dell’attività dei piloti e navigatori della Best Racing Team sarà, come sempre, concentrata sui rally locali: che non saranno solo quelli emiliani (nella nostra zona dovremmo vedere in azione, tra gli altri, anche Marco Severi), visto che la scuderia reggiana segue, da anni, parecchi veneti, per poi estendere la propria attività anche in Lombardia e Piemonte (proprio qui prenderà il via il 2018 della scuderia, rappresentata da Mascanzoni-Albieri alla Ronde del Canavese del prossimo week-end).

Come al solito, Corrado Ghirri è atteso ad un anno frenetico e, tra un impegno e l’altro, si godrà i frutti del suo lavoro. Come quello di conquistare la fiducia di un numero sempre più corposo di piloti e navigatori (i tesserati sono un centinaio): se il ritorno all’ovile di Ferrarotti è il clou, non vanno dimenticati, tra gli altri, gli arrivi delle navigatrici Catia Cuoghi Costantini e Cristina Edda Morandi. La prima, esperta modenese, dovrebbe correre nelle gare di casa e nell’IRC; la seconda, giovane mantovana, muoverà invece i primi passi proprio con i colori del sodalizio reggiano.

  • Letto 1602 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK