Condividi su Facebook | | |

Anteprima calendari 2019: Apre l’Appennino Reggiano, quale futuro per il RAAB moderno?

Varati i calendari per la prossima stagione, ma resta qualche punto interrogativo. La gara reggiana spostata ad inizio aprile, Adriatico e Marche nella nascitura serie riservata alle storiche. Ecco date e validità dei rally emiliano-romagnoli e marchigiani.

Motori accesi da inizio aprile a metà novembre: la zona rallystica che abbraccia Emilia-Romagna, Marche e San Marino vivrà i suoi appuntamenti agonistici 2019 in questo arco di tempo. Rispetto alla stagione ormai archiviata ed alla prima bozza di calendario, non mancano novità, sorprese e ancora qualche incertezza. Scopriamole insieme, facendo affidamento sulle indicazioni date dagli stessi organizzatori alla fine della riunione federale di questa mattina.

Ad aprire il valzer rombante sarà, nel primo fine settimana di aprile, il 40° Rally Appennino Reggiano: gara Internazionale (da più parti si sentono voci di un approdo nell’IRC, comunque non confermato ancora dall’organizzatore) alla quale sarà abbinata quella Nazionale; salta, invece, lo storico.

Il 29° Colline di Romagna, rally Nazionale valido come prima prova della Coppa Rally di Zona 5, dovrebbe andare in scena una settimana dopo (usiamo il condizionale in quanto potrebbe esservi uno spostamento a metà maggio). Di certo, il moderno non sarà più affiancato alla gara storica, per quest’anno soppressa.

Inizio Maggio vedrà la disputa del 26° Adriatico: come noto, la gara perderà validità CIR e resterà prova del CIRT e del CRZ; voci di corridoio – non confermate da PSR - danno l’Adriatico anche nel calendario del TER. Si vedrà… interessante notare la nascita dello Storico Medio Adriatico, che farà parte della serie sperimentale federale (la denominazione, ancora in fase di definizione, dovrebbe essere Trofeo Storico Rally) che abbraccerà anche il Marche Storico, il Liburna Terra, il Valtiberina ed il Tuscan Rewind.

Due gli appuntamenti di giugno: si aprirà con il 26° Taro, colonna dell’IRC e, come al solito, iscritto a calendario con la gara Internazionale e quella Nazionale. A fine mese, ecco la disputa del 2° Rally Day dei Castelli Piacentini, che conferma quindi il suo passaggio da ottobre ad inizio estate.

Il week-end di metà luglio prevede la disputa del 47° San Marino: alla pari dell’Adriatico, anche la gara della FAMS esce dal CIR mantenendo la validità per CIRT e CRZ. Quindici giorni più tardi, sarà la volta del RAAB Historic: a fine luglio, nel Bolognese, ci sarà un solo rally, visto che il RAAB moderno - nella foto di Dino Benassi, un passaggio di un'edizione passata - potrebbe non essere disputato (al momento, comunque, non è a calendario) o essere convertito in una gara di formato minore da disputare a fine stagione.

Una settimana dopo sarà la volta del 2° Rally di Salsomaggiore: come già detto, la gara termale sarà valida per il CRZ e vedrà la disputa anche del primo rally storico (oltre che della prova di regolarità sport).

Settembre vede in calendario il solo Città di Modena, confermato nella data del 2018: il moderno sarà valido per il CRZ, lo storico acquisirà validità per il TRZ e non mancherà l’abituale gara di regolarità sport.

Il secondo week-end di novembre vedrà la disputa di due appuntamenti: il 13° Rally delle Marche proporrà un format analogo a quello di poche settimane fa e sarà valido per il Raceday, se la bella serie di Alberto Pirelli proseguirà il suo cammino; in più, come già accennato, vi sarà la prima edizione dello storico, valido per il TSR. In Emilia, invece, spazio alla 10° Ronde Monte Caio.

Impossibile, poi, non citare due gare extra-zona gestite da organizzatori di casa nostra: il Nido dell’Aquila esce dal CIRT e sarà riproposto da PSR come gara in salita su terra, una sorta di Pikes Peak umbra, rilanciando quindi il formato originale. Il Tuscan Rewind di Prosevent, invece, manterrà la collocazione di quest’anno (23/24 novembre) e, come ben noto, sarà la gara conclusiva del CIR e del CIRT. Ancora da definire, infine, le date delle altre gare sammarinesi.

Ecco il calendario 2019.
5/7 aprile, Appennino Reggiano: Internazionale (IRC?), Nazionale
13/14 aprile (alternativa 18/19 maggio), Colline di Romagna: CRZ
4/5 maggio, Adriatico – CIRT, CRZ + Storico Medio Adriatico: TSR
7/9 giugno, Taro: IRC, Nazionale
29/30 giugno, Castelli Piacentini: Rally Day
13/14 luglio, San Marino: CIRT, CRZ
27/28 luglio, Historic RAAB: Nazionale non titolato
3/4 agosto, Salsomaggiore: CRZ + Storico non titolato
14/15 settembre, Città di Modena: CRZ + Storico – TRZ
9/10 novembre, Monte Caio: Ronde
9/10 novembre, Marche: Nazionale (Raceday?) + Storico TSR

  • Letto 766 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK