Condividi su Facebook | | |

Anteprima Appennino Reggiano: una Clio Williams attende i ‘reaparecidos’ Gubertini-Ialungo

Tra i temi più interessanti dell’atteso rally organizzato da Grassano Rally Team, il rientro sulla scena agonistica del forte pilota di Serramazzoni e del navigatore di Reggio Emilia (in azione all’Adriatico 2015 nella foto di Massimo Carpeggiani in esclusiva per Rallysmo.it). I due correranno su una vettura della SA Car in classe A7.

L’elenco iscritti del 39° Appennino Reggiano è ben lungi dal vedere la luce, ma tra i nomi che hanno già iniziato ad emergere c’è quello di un equipaggio la cui presenza costituisce una (bella) notizia: stiamo ovviamente parlando di Claudio Gubertini ed Alberto Ialungo, che torneranno ad indossare tuta e casco dopo una lunga inattività proprio in questa occasione.

Gubertini, infatti, non corre da oltre due anni e mezzo, mentre Ialungo ha slacciato per l’ultima volta le cinture nell’autunno del 2016. E la loro assenza s’è fatta notare, eccome; del resto, stiamo parlando di due tra i rallysti più quotati della zona: giusto per rinfrescarsi la memoria, giova ricordare come il 38enne di Serramazzoni abbia vinto il Città di Modena 2008, la Suzuki Rally Cup 2011, una manciata di trofei Peugeot e diversi titoli di classe del Regionale, senza dimenticare gli svariati successi di classe arpionati in tanti anni di carriera. Ialungo – che non ha mai corso su vetture da ‘assoluta’ – vanta parecchi successi di classe ed il titolo di campione tra i navigatori del Suzuki Rally Trophy 2015, oltre ai tre ‘oscar’ di Navigatore Reggiano dell’Anno (2011, 2012 e 2015).

Per entrambi, ora, si apre un nuovo capitolo agonistico che, prima di tutto, ci auguriamo permetta loro di correre con una certa continuità; il primo passo è l’imminente Appennino Reggiano, da disputare con una Clio Williams della bassanese SA Car: un ‘quasi esordio’ a tutti gli effetti, visto che il pilota della Millenium Motorsport ha corso con questo modello una sola volta, a fine 2014. Non stupisce, quindi, che il pompiere modenese… getti acqua sul fuoco, considerando questo rientro come un rodaggio da vivere all'insegna del puro divertimento. Eppure, siamo pronti a scommettere che, al netto di problemi di sorta, Gubertini e Ialungo si batteranno (almeno) per il podio di classe.

  • Letto 1667 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK