Condividi su Facebook | | |

Alberto Sassi si regala un 2015 alla grande: CIR e Rally Italia Sardegna

Una stagione su due fronti – e che fronti! – per Alberto Sassi. L’esperto pilota reggiano è infatti riuscito a confezionare un programma agonistico di tutto rispetto, che lo vedrà impegnato nel CIR e nella tappa italiana del Mondiale Rally con una Mitsubishi Evo IX gruppo N.

Dunque, la prima uscita sarà già al Ciocco, il 20 marzo: prima di quattro gare che serviranno a Sassi per imparare a conoscere un’auto mai guidata in passato (in questi ultimi anni l’abbiamo visto all’opera prevalentemente con WRC, R5 ed S2000), in vista della partecipazione al ‘RIS’ di metà giugno sugli sterrati sardi. Ovvio che questo sarà l’appuntamento-clou di una stagione che poi proseguirà con le restanti quattro prove tricolori; e per allora, il pilota emiliano auspica di essere in grado di giocarsi un posto al solo nella classifica della Coppa Csai gruppo N. In generale, comunque, il 2015 sarà un anno di preparazione in vista del prossimo, nel quale l’idea è quella di partecipare a due tappe iridate, di cui una è il mitico Montecarlo.

L’arma con la quale il 54enne commercialista emiliano affronterà questo inedito impegno è una Evo IX in configurazione N4 preparata da Nocentini e destinata ad essere gestita da Trico: tradotto, Sassi è andato assolutamente sul sicuro, sul piano tecnico. Al suo fianco troveremo Gabriele Romei: un’altra garanzia, considerando l’esperienza e le note qualità del navigatore di Castelnovo Monti (che quest’anno navigherà anche Pietro Penserini, già dal Miniere, e probabilmente anche Ivan Ferrarotti a Modena, con un’auto ancora da definire). Un tandem affiatato, capace di conquistare la vittoria assoluta nella Ronde del Monte Caio 2011 sulla 206 WRC (nella foto).

  • Letto 1128 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK