Condividi su Facebook | | |

Zorra-Carbognani (Publriace) superano l’esame del Casentino

COMUNICATO STAMPA

L’equipaggio di San Polo d’Enza, su Peugeot 208 (foto Thomas Simonelli), supera le mille insidie della durissima gara aretina ma paga dazio all’inesperienza e si lascia sfuggire il podio di classe R2B. A settembre l’ultima prova dell’International Rally Cup, nella quale i portacolori della scuderia reggiana si giocheranno una medaglia nella classifica di raggruppamento del campionato ed in quella nel trofeo 208 Rally Cup Pro.

Prudenti alla meta. Alessandro Zorra e Fabrizio Carbognani passano indenni il difficile esame del rally del Casentino - tradizionale gara-faro della International Rally Cup e nota come uno dei rally più probanti nel calendario nazionale -, ma salutano Bibbiena con qualche piccolo rimpianto per aver perso in volata un prezioso e prestigioso podio di classe.

Quarto atto della serie dedicata ai rally internazionali su asfalto, il Casentino rappresentava un delicato crocevia stagionale per un po’ tutti i partecipanti al campionato: un ritiro avrebbe duramente inciso in vista del gran finale in programma a Bassano del Grappa a settembre; Zorra-Carbognani hanno così preso il via con l’intento di raggiungere la bandiera a scacchi ad ogni costo, sviluppando la loro prima partecipazione al rally aretino con un approccio conservativo. Scelta che dà i suoi frutti sino all’ultima prova, la ‘terribile’ Talla con i suoi 36 chilometri da correre tutti d’un fiato in notturna, alla quale i due valenti portacolori di Publirace si presentano quarti di classe R2B a pochi secondi dalla zona-podio. Qui, Zorra-Carbognani non solo mancano l’assalto al bronzo, ma perdono per un’inezia la posizione iniziale, chiudendo quindi al quinto posto sia nella combattuta classe di appartenenza, sia nel trofeo riservato alle Peugeot 208.

“Volevamo portare al traguardo la macchina e nell’ultima prova sono stato troppo abbottonato – sentenzia con la solita, lucida onestà il pilota di Borsea -, tradito in parte anche dalla stanchezza. Mi avevano detto che la prima parte della prova di Talla era molto sporca ed insidiosa, invece si poteva certamente interpretare in maniera più incisiva: queste sono le lezioni che s’imparano quando si partecipa per la prima volta ad una gara e questi frangenti sono quelli che fanno la differenza, alla fine. Aver perso anche il quarto posto mi spiace parecchio, anche perché puntavo molto proprio su quell’ultima prova, considerando anche quanto ami correre con il buio. Non cerco scuse, il piazzamento svanito è solo mia responsabilità: per il resto, abbiamo fatto tutto bene e devo ringraziare Publirace e Reggiana Riduttori, che ci hanno affidato per l’ennesima volta una vettura veloce e molto affidabile; a proposito, vorrei sottolineare come la nostra Peugeot 208 si sia rivelata super, in questa stagione, marciando sempre come un orologio in ogni condizione ed accusando solo un piccolo contrattempo nella gara di casa. Anche questo ci permette di andare a Bassano con ancora buone possibilità di chiudere sul podio sia nella classe R2B dell’IRC, sia nel trofeo 208 Rally Cup Pro”.

Già, perché questo quinto posto del Casentino, alla resa dei conti, non va indigesto ad equipaggio e scuderia sampolesi: “Le indicazioni emerse nel week-end sono incoraggianti – spiega Zorra – sotto ogni profilo. Se guardo ai nostri tempi in confronto a quelli dello scorso anno, vedo che nel 2018 avremmo vinto la classe. Questo vuol dire che il livello della R2B si è alzato tantissimo e, nonostante tutto, noi siamo comunque sempre in lotta per il podio, anche nelle gare disputate per la prima volta. Insomma, direi che il nostro bilancio, al Casentino ed in generale in questa nostra prima partecipazione nell’IRC, è decisamente positivo. A Bassano andremo quindi sospinti dal desiderio di mettere a frutto quanto appreso sinora per cercare di chiudere con un bel piazzamento questa stagione”.

FONTE: UFFICIO STAMPA PUBLIRACE

  • Letto 232 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK