Condividi su Facebook | | |

Un bel podio per Tosi-Zanni al Monte Caio, il 2019 sarà a ritmo di Fiesta?

COMUNICATO STAMPA

Il pilota reggiano (foto Thomas Simonelli), tornato sulla vettura “dell’ovale blu” ed affiancato da Stefano Zanni ha siglato un nuovo ed esaltante risultato, proseguendo il “dialogo” con la vettura in previsione futura.

Gianluca Tosi ha finito al terzo posto assoluto la 9^ Ronde “Monte Caio”, a Tizzano Val Parma, una delle gare emiliane più apprezzate, corsa nel fine settimana appena passato.

Alla sua seconda gara con una vettura di classe R5, di nuovo una Ford Fiesta del Team Erreffe, ritrovata dopo un paio di settimane dalla concreta ed esaltante prestazione all’ultima prova del “tricolore” di Verona, il pilota reggiano, condividendo l’abitacolo con il conterraneo Stefano Zanni, in luogo dell’abituale copilota Alessandro Del Barba, oltre a cogliere un risultato di spessore ha proseguito l’affinamento del feeling con la vettura, ciò anche in previsione futura.

Nebbia e fondo estremamente scivoloso hanno caratterizzato la gara parmense, due avversari in più per Tosi e Zanni, che avevano avviato la sfida in salita, condizionati proprio dal non avere esperienza specifica con la vettura, usata a Verona in condizioni di asfalto asciutto. Un inizio di gara guardingo, per poi avviare un’interessante progressione terminata appunto con il “bronzo”, nel bel mezzo di un plateau di piloti di livello.

Positive le sensazioni di Tosi prova per prova, ben assistito dal Team Erreffe, che con la propria esperienza sulla macchina ha saputo dare all’equipaggio il massimo sostegno tecnico per arrivare ad un buon grado di affiatamento con la Fiesta.

GIANLUCA TOSI: “Un risultato insperato, visto per come la gara era partita, su un fondo che avrebbe potuto giocarci brutti scherzi. Quando non conosci la macchina, soprattutto come nel mio caso che arrivi da anni ed anni di trazioni anteriori, la dimensione cambia di molto, per cui devi fare attenzione perché l’errore è dietro l’angolo e finire anzitempo non sarebbe servito a nulla. Abbiamo corso in progressione, senza cercare ad ogni costo la prestazione, ma cercando invece di capire ogni minima reazione di macchina e gomme e di questo ringrazio la squadra che ci ha dato un grande sostegno per farci arrivare a dire di aver svolto un ottimo lavoro. Un grazie anche al mio copilota Zanni, come al solito molto bravo, adesso pensiamo al 2019, che non escludo possa essere proprio con questa macchina!”.

FONTE: UFFICIO STAMPA TOSI-ZANNI

  • Letto 125 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK