Condividi su Facebook | | |

Targa Florio, Rusce (X-Race Sport) maledice una foratura

COMUNICATO STAMPA

La quarta uscita stagionale con la VolksWagen Polo R5, per il pilota reggiano (foto Acisport) è stata condizionata da una foratura causata da una pietra trovata in traiettoria durante la prova speciale 13. Mancato quindi l’obiettivo di consolidare la seconda posizione provvisoria campionato “Asfalto” (CIRAS), adesso è quarto. Molto bene anche le partecipazioni al “Castelli Piancentini”, con Tedesci e Lusoli entrambi nella top ten assoluta.

Poteva avere un esito migliore ma soprattutto avere miglior fortuna, per XRace Sport, la 103^ Targa Florio, terzo atto stagionale del tricolore rally, disputata lo scorso fine settimana sulle Madonie, in Sicilia.

Antonio Rusce con la VolksWagen Polo R5, condivisa per la prima volta con il bravo Marco Vozzo, copilota di grande esperienza, ha finito una sofferta edizione della corsa automobilistica più antica al mondo con un nono assoluto e sesto degli iscritti al tricolore “asfalto” (CIRA) nella quale, prima della gara occupava la seconda posizione.

Dopo aver avviato al meglio la gara, in settima posizione assoluta e quarta del CIRA, ma soprattutto con ottime sensazioni sulla vettura tedesca, Rusce e Vozzo sono stati costretti a rincorrere dalla tredicesima prova speciale, rallentati da una foratura causata dall’aver toccato una pietra trovata in traiettoria sulla strada. Circa 30” i secondi persi e soprattutto è stato perso il contatto con il vertice.

Per le restanti quattro prove, quindi l’equipaggio “della X Rossa” ha dovuto concentrarsi per tornare dentro la la top ten assoluta e limitare “i danni” in termini di classifica tricolore. Il finale è stato confortante, comunque, pur se il bicchiere è stavolta davvero mezzo vuoto: noni assoluti e sesti del CIRA, il che ha voluto dire vedersi estromettere dal podio di categoria, occupando adesso la quarta posizione provvisoria.

“Anche quest’anno ho lasciato sulla strada un paio di posizioni – commenta Rusce - abbiamo forato nel momento in cui stavamo andando bene, purtroppo sono cose che succedono. Poi all’ultimo abbiamo avuto anche problemi di sottosterzo. Diciamo che dobbiamo ancora lavorare per arrivare al feeling ottimale”.

Non solo tricolore, per X Race, lo scorso fine settimana: alla seconda edizione del “Castelli Piacentini”, a Pianello Val Tidone (Piacenza) tipologia RallyDay, il blasone della scuderia era rappresentato da due equipaggi, entrambi andati a segno assai bene: Roberto e Ruggero Tedeschi, su una Renault Clio S1600 hanno firmato un notevole settimo posto assoluto (quinti di classe S1600) e Matteo Lusoli - Giacomino Mucci, su una Renault Clio Williams Gruppo A hanno finito direttamente dietro, ottavi, e secondi di classe.

FONTE: UFFICIO STAMPA X-RACE SPORT

  • Letto 123 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK