Condividi su Facebook | | |

Sulla Ronde Monte Caio… il segno di Zorra (Publirace)

COMUNICATO STAMPA

Eccellente epilogo stagionale per il 36enne di San Polo d’Enza (foto Diessephoto): è settimo assoluto e, nettamente, vincitore di gruppo N, classe N3 e della Coppa Franco Galeazzi.

Quando la strada si fa dura, pardon, invisibile, il piede più duro fa strada. Ed il piedone che emerge dalla nebbia della Ronde Monte Caio è quello di Alessandro Zorra, il quale si congeda da una stagione da ricordare con un risultato da stropicciarsi gli occhi: la bandiera a scacchi, infatti, gli assegna un impensabile settimo posto assoluto ed il netto successo di gruppo N, in classe N3 e nella 4° edizione della Coppa Franco Galeazzi (assegnata, appunto, al vincitore della N3).

E dire che il cammino di Zorra era apparso tutt’altro che facile, alla vigilia: il talento allevato da Publirace, infatti, si presentava al via della gara Parmense su una vettura utilizzata con il contagocce, l’ultima volta cinque anni fa; per giunta, a navigarlo non c’era l’abituale coequipier Fabrizio Carbognani, ma il debuttante ‘Banana’.

Nonostante questo, la gara dell’equipaggio sampolese di Publirace è tra quelle che fanno il pieno di applausi: sempre velocissimi, Zorra e ‘Banana’ svettano subito in N3, attestandosi a sorpresa nelle posizioni di coda della top-10. Quando poi la nebbia fa capolino, mettendo i bastoni tra le ruote a buona parte degli equipaggi, la bianca Clio preparata da Publirace prosegue come se nulla fosse, mettendo il pilota di Borsea nelle condizioni di chiudere con l’eclatante bottino che sappiamo.

“Sono contentissimo – commenta dopo aver traguardato la bandiera a scacchi Zorra -, abbiamo davvero corso una gara molto bella e credo che abbiamo davvero fatto tutti del nostro meglio per arrivare a questo prestigioso finale. La Clio era come me la ricordavo, anche grazie alla maestria di Publirace nel portarne avanti lo sviluppo senza snaturarne le caratteristiche, veloce e sincera. Quanto all’esordio del mio amico ‘Banana’, poco da dire: è stato bravissimo, ce l’ha messa tutta anche lui e s’è visto… Sono felice di concludere il 2019 con questo epilogo: è un bel premio per tutta la squadra, il modo migliore per ringraziare i tanti che ci hanno permesso di vivere una stagione ricca di soddisfazioni nell’IRCup. Ci tengo a ringraziare tutti i componenti di Publirace per il grandioso lavoro svolto”.

FONTE: UFFICIO STAMPA PUBLIRACE

  • Letto 330 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK