Condividi su Facebook | | |

Scuderia San Marino in Finlandia con Calzolari per cancellare la doppia delusione di Scorzè

COMUNICATO STAMPA

Trasferta in terra finnica per Giuliano Calzolari e Silvio Stefanelli che saranno al via del 17° Lahti Historic Rally. Per i nostri portacolori si tratta di un ritorno nelle bianche strade di Finlandia, dove nel 2016 avevano ottenuto una storica vittoria, la prima assoluta per un equipaggio non nordico. L'ottima prestazione è stata replicata nella passata stagione dove ha chiuso la gara sul terzo gradino del podio (foto). I nostri portacolori reduci dallo sfortunato ritiro al recente Rally del Titano, si presenteranno al via della gara finnica con la Ford Escort RS 1800 MKII.

Sentiamo le parole di Calzolari a pochi giorni dalla partenza per Lahti: "Il nostro obbiettivo è quello di fare bene, ovvero entrare nella top tre assoluta. Però quest'anno si annuncia una battaglia molto dura per via della presenza di molte vetture 4x4 tra cui Silvastri, il papà di Latvala, Jensen sulla Delta e tanti altri. Poi anche i miei diretti avversari nella mia categoria tra cui alcuni nostri connazionali e anche molti veloci piloti locali. Io darò il massimo e spero che la mia vettura mi assista e non tradisca, poi vedremo come sarò in classifica, ma farò di tutto per portare la bandiera di San Marino più in alto possibile. Tieni conto che nella passata edizione nei primi 10 solamente in due non eravamo finnici. Le prove sono tutte nuove rispetto alla passata edizione, quindi sono fondamentali le ricognizioni e la stesura della note, saranno 170 km di speciali, tutte da scrivere e controllare, al massimo potremmo forse fare 3 passaggi di ricognizioni. Importante sarà il fattore meteo che si dovrebbe annunciare particolarmente caldo e quindi sarà importantissima la scelta dei pneumatici, io ho optato per delle gomme morbide. Saremo 18 piloti italiani, tre bisarche e quasi 60 persone al seguito. La mia vittoria ha aperto la strada a questa bellissima gara. Naturalmente ringrazio di cuore i miei sponsor che mi han supportato in tutto per essere al via di questa costosa trasferta e la mia Scuderia San Marino che è sempre al mio fianco". 

È stato un weekend da archiviare al più presto quello appena passato, che ha visto due nostri alfieri al via del Rally di Scorzè, chiuso per entrambi con un amarissimo ritiro. Sfortunato il ritorno di Enrico Bonaso alle corse dopo un lungo stop. Il nostro portacolori al via con la Renault Clio in classe K11 parte bene, ma successivamente un’uscita di strada sulla PS 5, Enrico e il suo co-driver Giorgio Campesan si vedono costretti ad un amaro ritiro.

Stessa sorte anche per il secondo equipaggio bianco azzurro presente in Veneto, infatti anche Davide Simoncini navigato da Mirco Gabrielli su Opel Corsa son costretti ad alzare bandiera bianca per problemi alla vettura sulla PS 3, non si capisce bene la causa ma si presume al motore.

FONTE: SCUDERIA SAN MARINO

  • Letto 140 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK