Condividi su Facebook | | |

Riva ci riprova nella Suzuki Rally Cup

COMUNICATO STAMPA

Il driver di Salsomaggiore sarà nuovamente in gara nel monomarca dedicato alle vetture di casa Suzuki; insieme a lui l’ossolano Andrea Dresti. Si comincia nel weekend con il Rally di Alba.

Con il Rally di Alba inizierà il CIWRC e insieme ad esso il Suzuki Rally Cup, ambìto trofeo monomarca della casa giapponese. Anche quest’anno Simone Rivia ha messo questo trofeo al centro dei propri obiettivi dopo essere stato grande protagonista nella passata stagione: insieme all’ossolano Andrea Dresti, Rivia, che risiede invece a Salsomaggiore Terme, gareggerà a bordo di una Swift 1.0 Boosterjet della Novara Corse - scuderia che lo segue anche nella gestione tecnico-sportiva- e preparata dalla Mr. Rent.

Il Rally di Alba sarà il primo “capitolo” stagionale per i trofeisti con le vetture giapponesi (che potranno essere sia Swift R1 1.6 che 1.0 BoosterJet di classe R1, Racing Start o R1Naz. o ancora le Baleno). Rivia si sente pronto a partire nonostante il lungo stop legato al Coronavirus. “E’ indubbio che la lunga pausa ci ha tolto un po’ di dimestichezza con la guida sportiva e penso quindi che ci vorrà almeno una prova per riprendere i giusti ritmi – afferma il 38enne emiliano. Anche per questa stagione il nostro focus sarà sul trofeo Suzuki che propone premi interessanti a fronte di spese contenute. Vogliamo metterci ancora in mostra e perché no, provare a vincere ancora!”

Lo scorso anno Rivia finì primo dopo la finale di Como ma il risultato sub-judice non ha ancora rivelato il nome del vincitore finale. “Intanto ci riproviamo nel Rally Cup perché siamo consapevoli del nostro potenziale e delle nostre qualità – prosegue il driver della Novara Corse – poi speriamo che la fortuna possa essere dalla nostra. Alba è un rally difficile che affronteremo per la prima volta ma noi siamo vogliosi di metterci in mostra.”

Rivia, che lo scorso anno ha chiuso al comando “sul campo” il Suzuki Rally Cup, gareggerà per la quarta volta con Dresti dopo le esperienze al Targa FLorio, a Roma e al 2Valli 2019. Le altre gare di trofeo sono state condivise con Martina Musiari (foto AcisSport) e Fabio Treccani. 

E’ curiosa l’esperienza rallystica del pilota di Salsomaggiore che ha iniziato le corse sul sedile di destra: dal 2001 al 2010 infatti sono circa 70 le gare che lo hanno visto protagonista come navigatore di svariati piloti. Dal 2010 la svolta: dapprima con una gara l’anno mentre dal 2016 in pianta stabile nel monomarca Suzuki nel quale ha colto un secondo posto (nel Cup del CIWRC 2016), una vittoria (Cup e Coppa R1 nel 2017) ed un 3° posto di girone Cir nel 2019 con la vittoria nella finale di Como.

Il Rally di Alba si strutturerà su un percorso lungo 120 chilometri e nove prove speciali: “Igliano”, “Lovera” e “Neila-Bossolasco” verranno infatti disputate tre volte ciascuna.

FONTE: UFFICIO STAMPA SIMONE RIVIA

  • Letto 48 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK