Condividi su Facebook | | |

Ravazzini-Sforacchi (Publirace), a Salso è missione conferma

COMUNICATO STAMPA

Il giovane equipaggio reggiano (foto Formula News), al solito in azione su una Renault Clio di classe N3, disputerà sulle strade termali il terzo round del trofeo Corri con Cio con l’obiettivo di arrivare alla pausa estiva ancora da leader.

L’ombrellone chiama, ma per Gabriele Ravazzini e Simone Sforacchi può attendere. Perché prima di tuffarsi nelle meritate vacanze estive, il giovane e veloce equipaggio della scuderia sampolese Publirace avrà una missione da completare. È quella che li vedrà all’opera, domenica prossima, al 2° Rally di Salsomaggiore, quinta prova della Coppa Rally di Zona e, soprattutto, terzo atto del trofeo Corri con Clio; ed è proprio sulla fortunata kermesse proposta da Renault che il pilota di Rubiera ed il navigatore di Scandiano concentreranno la propria attenzione. I due, infatti, si presenteranno al via del rally parmense da battistrada del trofeo, ma con appena un decimo di punto di margine sul primo inseguitore. Bagarre dunque aperta a qualunque scenario, per queste due gare del girone emiliano-romagnolo che si preannunciano incandescenti non solo a causa del solleone agostano.

“Sarà un esordio ‘incandescente’ – sorride Ravazzini -, questo che ci attende a Salsomaggiore. Per il caldo, che ci metterà a dura prova, ed ancora di più per il confronto con i rivali di classe e trofeo. E’ vero, siamo in testa alla classifica del Corri con Clio, ma partiremo senza fare troppi calcoli: del resto, se vogliamo tenere il passo dei nostri concorrenti e cercare di stare loro davanti, non possiamo correre con la testa al pallottoliere. Tireremo fuori gli artigli e partiremo con grinta, con l’intento di provare a dire la nostra per la vittoria di N3. Naturalmente non ci dimenticheremo dell’obiettivo finale, ovvero la qualificazione alle finali del trofeo, ma vorremmo anche cogliere quel successo che ancora manca nel nostro palmares stagionale. Siamo pronti a questa sfida al calor bianco, pronti anche a farci valere su strade sulle quali non abbiamo mai corso ma che, per quello che ho potuto scoprire, rappresentano un campo di battaglia degno del confronto che ci attende. Le tre prove dovrebbero essere molto veloci, la presenza di pochi ‘anti-taglio’ comporterà un aumento della sporcizia nel corso della gara, costringendosi quindi a fare i conti con strade sempre più scivolose”.

Il rally di Salsomaggiore scatterà sabato 3 agosto alle 20.31, quando andrà in scena la cerimonia di partenza. Domenica le nove prove in programma, con arrivo a Salsomaggiore alle 18.22, dopo 239 chilometri di gara e 63 cronometrati.

FONTE: UFFICIO STAMPA PUBLIRACE

  • Letto 235 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK