Condividi su Facebook | | |

Publi Sport Racing sugli scudi anche a Salsomaggiore

COMUNICATO STAMPA

La scuderia dei fratelli Gabriele e Lorenzo Costi conclude il tour-de-force estivo con un nuovo pieno di soddisfazioni sulle strade parmensi: cinque i podi conquistati nelle classi medio-piccole.

Un oro, due argenti e due bronzi, più un bel ‘quasi podio’: anche a Salsomaggiore, Publi Sport Racing lascia un’impronta significativa, confermandosi realtà di riferimento tra i preparatori di auto da rally di media e piccola cilindrata. Reduce dai successi dell’Alto Appennino Bolognese, il team reggiano, capitanato da Gabriele e Lorenzo Costi, concede un immediato bis nella prima edizione del rally ‘tascabile’ organizzato sulle strade termali.

Tra le vetture di Produzione, l’equipaggio di Castellarano composto da Davide Incerti e Monica Debbi porta la propria Renault Clio sul secondo gradino della classe N3: gara intensa, con un solo, piccolo ‘brivido’ ad inizio corsa, per l’esperta coppia reggiana. Soddisfazioni anche in N2, dove il pilota di Toano Stefano Dallari ed il navigatore di Reggio Marco Sassi archiviano la seconda uscita stagionale (sempre a bordo di una Peugeot 106) con un concreto terzo posto, vincendo il duello per il gradino basso del podio di classe i giovani lucchesi di Camporgiano Andrea Taddei e Michele Salotti (sempre su Peugeot 106).

Dominio biancorosso in RS Plus: la classe 1.4 è monopolizzata dalle vetture Publi Sport Racing, con il vettese Arnaldo Borghi (affiancato dal felinese Stefano Zanni - foto Dino Benassi) subito a segno al ritorno sulla MZ ZR 105 con la quale aveva raccolto diversi successi diversi anni fa. Sorrisi anche per i castelnovesi Giuseppe Valdesalici e Stefania Gilioli (Rover 214), al secondo argento consecutivo, autori di una prova al solito di buon livello; il podio di classe si completa con Gabriele Costi e Monica Bernardi, pure loro su MG ZR 105, felici per questo buon risultato maturato dopo tre anni d’inattività. Al di là dei risultati di classe, le vetture Publi Sport Racing arrivano alla bandiera a scacchi con piazzamenti di tutto rispetto nella classifica generale.

Unica delusione, il prematuro abbandono dei debuttanti Andrea Gabriele e Matteo Bartolucci, appiedati dalla loro Citroen Saxo (classe Racing Start 1.6) nelle primissime fasi di gara: un peccato, visto il buon passo tenuto prima dello stop dai giovani marchigiani.

FONTE: UFFICIO STAMPA PUBLI SPORT RACING

  • Letto 243 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK