Condividi su Facebook | | |

Lorenzo Grani (Maranello Corse) ad Alba per il terzo guizzo vincente

COMUNICATO STAMPA

Il 25enne pilota di Maranello – foto Leonardo D’Angelo - al quinto round del Campionato Italiano WRC: in Piemonte occorre un nuovo risultato di rilievo in classe R2B per arrivare alla volata finale del campionato con la possibilità di confermarsi campione di classe Acisport e nella Michelin Rally Cup. In Piemonte, Grani correrà come sempre con una Peugeot 208 del team veronese Julli, affiancato dalla navigatrice lucchese Chiara Lombardi.

Un podio prezioso… come un tartufo bianco. Lorenzo Grani cerca proprio questo, nella capitale dello squisito (e costosissimo) fungo: al rally di Alba, quinta tappa del Campionato Italiano WRC di rally, il talento di Maranello Corse scatterà sabato prossimo con l’imperativo di conquistare un piazzamento tra i migliori tre della classe R2B. Esigenza dettata dalle ben note vicissitudini dei primi appuntamenti stagionali, acuita dalla discussa squalifica (ora sub judice, in attesa che il ricorso venga esaminato dagli organi competenti) subìta dopo la seconda, netta vittoria in campionato, al recente Marca Trevigiana. La classifica, infatti, pone Grani al quarto posto nella graduatoria di classe del campionato (a 12 lunghezze dalla vetta) ed al terzo in quella Under 25 (qui, il divario è di soli 3 punti); meno incoraggiante, per ora, la situazione nella Michelin Rally Cup, nella quale il figlio d’arte è settimo (in questo caso, la graduatoria conteggia lo ‘zero’ trevigiano, in realtà tutt’altro che scontato). Un ennesimo epilogo sul podio di classe, ridarebbe forte slancio a Lorenzo in vista dell’ultima gara di campionato, il San Martino di Castrozza, in programma a settembre.

“Il rally di Alba – spiega il giovane pilota – rappresenta la novità nel calendario del campionato; per molti di noi, partecipanti al tricolore WRC, si tratterà di un esordio. Sento che ci saranno tanti iscritti e, dunque, prevedo una classe R2B particolarmente popolosa ed agguerrita, frequentata dai soliti locali che, conoscendo bene le strade, ci daranno grandissimo filo da torcere. Dal canto nostro, correremo tenendo d’occhio soprattutto I nostri rivali diretti in campionato e nel trofeo Michelin, fermo restando che più in alto finiamo più punti mettiamo in carniere… Di questo Alba so davvero pochissimo: mi dicono sia una gara con prove veloci che tendono a sporcarsi. Se così fosse, sarei contento a metà – sorride -: correre sul veloce mi piace, mentre sono meno abituato allo sporco”.

Di certo, Lorenzo non si sarebbe mai aspettato di arrivare ad Alba in una situazione come quella maturata nei primi due terzi di campionato: “Lo spirito non ha patito il colpo basso del Marca – assicura -, in Piemonte approderemo senza alcuna intenzione di farci intimidire e decisi a non mollare. Bisogna fare bene e credo che anche ad Alba avremo tutti gli ingredienti per confermarci tra i migliori della R2B: Chiara Lombardi è bravissima ed ogni gara in più che corriamo insieme vedo che il feeling cresce; confido molto anche nel team Julli, nei confronti del quale ho enorme fiducia e che sta facendo un lavoro stupendo, fornendomi sempre un’auto veloce ed affidabile. Ecco, diciamo che il massimo sarebbe poter ripetere le condizioni del Marca, perché a fine giugno abbiamo davvero fatto una grandissima prestazione”.

Il rally di Alba scatterà alle 19 di sabato 27 luglio per terminare nel tardo pomeriggio di domenica. Otto le prove in programma per 105 chilometri cronometrati (371 quelli totali).

FONTE: UFFICIO STAMPA MARANELLO CORSE

  • Letto 376 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK