Condividi su Facebook | | |

IRCup verso il gran finale: Tosi, Belli, Gardini, Guglielmetti e Zorra, a Bassano rendez-vous con la gloria?

COMUNICATO STAMPA

L'esito della sfida sull'asfalto casentinese ha dato a Fiorese e Targon la certezza della vittoria fra le Forze dell'Ordine e fra le N3 e R2C, ma sarà il Città di Bassano di fine settembre a decidere chi la spunterà nei restanti sei raggruppamenti e nella classifica assoluta dell'IRCup 2019.

Numeri. Freddi, forse, ma assai importanti quando si avvicina il momento di tirare una bella riga e mettersi a far di conto. E a sommare e sottrarre, archiviato anche il Rally del Casentino, succede a molti, moltissimi, dei protagonisti della diciottesima edizione dell'International Rally Cup – Pirelli. Pure a Pier Domenico Fiorese e a Mattia Targon che grazie ai punti rastrellati nei primi quattro appuntamenti stagionali possono dare il via ai festeggiamenti.

Certi che – vada come vada la sfida di fine settembre al Città di Bassano – nessuno potrà toglier loro il primo posto rispettivamente nel raggruppamento dedicato alle Forze di Polizia e a quello riservato a chi corre con una N3 o una R2C. Con buona pace di Claudio Gubertini e Mauro Arati che in qualche modo hanno provato a contrastare la loro marcia. Altri numeri puntellano invece le più o meno legittime ambizioni di quelli che all'ombra del Grappa si giocheranno molto, moltissimo. I complimenti di amici e ammiratori a rendere ancor più dolce la soddisfazione per aver centrato l'obiettivo, ma anche la possibilità di poter mettere all'incasso gli assegni che i promotori della sempre frizzante serie distribuiranno a svariati di loro.

Quello di quarantamila euro che avrà uno degli otto – Damiano De Tommaso, Alessandro Re, Paolo Porro, Marco Roncoroni, Gianluca Tosi, Manuel Sossella, Walter Gentilini e Fofò Di Benedetto – teoricamente ancora in corsa per la vittoria assoluta, e quelli destinati ai meglio piazzati nelle varie graduatorie.

Di carne sul fuoco ce n'è tanta. E non solo per l'aritmetica che tiene in gioco anche chi realisticamente non può nutrire grandi speranze. Come Alessandro Casella fra gli Under 25 che ha 14 punti più di De Tommanso, ma anche un risultato in più, come lo stesso Fiorese che ha superato Marco Belli fra le R4-N4-R3D, ma ha già collezionato i quattro risultati utili e dovrà verosimilmente scartare. Lotta vera, totale, invece fra le N2-N1-N0-R1A-R1C con quattro rallisti a concedersi ancora sogni a colori: nell'ordine, Davide Trinca Colonel, Alex Gardini (foto Massimo Carpeggiani in esclusiva per Rallysmo.it), Andrea Magloni e Alessandro Guglielmetti. Lotta vera, totale, pure fra le R2 Peugeot fra Michele Rovatti (che dovrà scartare come i tre che lo seguono più dappresso), Alessandro Zorra, Niki Buhler, l'under Casella e Mirco Straffi che è a 54 lunghezze dal leader, ma non ha nulla da scartare. Da decidere anche il primo posto fra le R2B non del Leone con Mariano Mariani a difendersi.

FONTE: UFFICIO STAMPA IRCUP

  • Letto 257 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK