Condividi su Facebook | | |

IRC, la quiete estiva prima della resa dei conti: Razzini-Marcomini in corsa per il trono

COMUNICATO STAMPA

Sarà anche quest'anno la Coppa Valtellina a dire chi vincerà l'IRCup Pirelli. E la sfida fra Alessandro Re, Luca Rossetti, Marcello Razzini e Pierre Campana si annuncia al calor bianco.

I conti non son presto fatti: con tutta una serie di coefficienti a effetto variabile, la scaletta per l'attribuzione dei punti proposta quest'anno dall'International Rally Cup Pirelli non è esattamente un esempio di semplicità. Ma lo scopo dichiarato era quello di tenere aperti i giochi fino alla fine e allora il gran moltiplicare, sommare e sottrarre non è stato vano. E solo a inizio di settembre, dopo che il sipario sarà calato anche sull'edizione 2018 della Coppa Valtellina, si saprà chi festeggerà la vittoria nella sempre frizzante serie che, particolare non trascurabile, distribuisce primi importanti.

I tabulati dicono che adesso è Alessandro Re a guardare tutti dall'alto, con sedici punti di vantaggio su Luca Rossetti che a sua volta precede Marcello Razzini (foto Mattia Bonfanti) e Pierre Campana. Però il figlio d'arte comasco sa molto bene che il suo primato è assai meno solido di quanto potrebbe sembrare a prima vista: fin qui sempre all'arrivo, per migliorare il suo parziale dovrà vincere anche nella vallata lombarda. Dove il suo più diretto avversario sommerà ogni punto che rastrellerà. Come non farà il parmense e come invece farà il corso.

Tutto da decidere anche in gran parte dei raggruppamenti. In quello delle world rally car con Walter Gentilini a doversi difendere dal più che prevedibile attacco di Roberto Cresci e in quello delle R5 con gli stessi magnifici quattro in lotta per l'assoluta a sfidarsi. Ma non solo: nel gruppone che racchiude R4, N4, RD3 e Prod S4, quello messo meglio – sempre per il gioco degli scarti – pare Marco Belli che pure è solo quarto dietro a Pierdomenico Fiorese, Luca Santoro e Jordan Brocchi.

E se Michele Rovatti non ha neppure da allungare la mano per far suo il primato in Super1600, nel Trofeo Due Ruote Motrici avrà da vedersela con Gianluca Tosi, primo in R3C e R3T, e Marco Runfola. Lotta che si annuncia calda pure fra le R2B Citroen e Renault fra Paolo Albatecola, Simone Taglienti e Matteo Ciolli, così come fra le N3 e le R2C, fra Moreno Cambiaghi, Cristian Macconi e Nicola Angilletta e, fra le N2, N1, N0, S1 e S0, soprattutto fra Michele Spagnoli Piergiorgio Anderloni.

Lotta un tantino più tiepida in R2b fra Marco Leonardi e Niki Buhler. Il tutto mentre Liberato Sulpizio e Giancarlo Cunegatti, solitari protagonisti rispettivamente in Super2000 e nel raggruppamento A8, RGT, A7, FGT, Racing Start Plus possono far saltare il tappo e festeggiare insieme a Pierdomenico Fiorese, irraggiungibile nella classifica dedicata ai “poliziotti volanti”.

Primi cinque della classifica assoluta:

1. Re Alessandro 146

Skoda Fabia R5

2 Rossetti Luca 130

Skoda Fabia R5

3 Razzini Marcello 116,15

Peugeot 208 R5

4 Campana Pierre 98,25

Skoda Fabia R5

5 Gentilini Valter 84,25

Ford Fiesta WRC

FONTE: UFFICIO STAMPA IRC

  • Letto 158 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK