Condividi su Facebook | | |

Inizia in salita l’IRC di Giaquinto-Avanzi

COMUNICATO STAMPA

Problemi al turbo costringono il pilota di Maranello e la navigatrice di Salsomaggiore Terme (foto Actionrace) alla resa anticipata nel rally Lirenas, gara inaugurale dell’International Rally Cup. Nonostante il ritiro e qualche altro contrattempo, il bilancio dell’equipaggio emiliano presenta aspetti positivi ed incoraggianti in vista del prosieguo della stagione.

C’erano ben altre aspettative, per Giovanni Giaquinto ed Alessandra Avanzi, alla vigilia del rally Lirenas. Purtroppo, però, la storia della corsa laziale ha riservato un epilogo indesiderato a ‘Giack’ ed Alessandra: un problema alla turbina della Mitsubishi Evo IX non ha permesso loro di vedere il traguardo di Cassino e, dunque, di muovere la classifica con un buon secondo posto in classe N4 che avrebbe avuto un certo peso specifico, considerando anche le vicissitudini vissute sino al momento di alzare bandiera bianca.

“Avevamo preparato questa trasferta molto bene ed ero fiducioso di poter vivere una due giorni frusinate ben diversa – riflette Giaquinto -. Al di là dell’inconveniente tecnico che ci ha fermati a due prove dall’arrivo, abbiamo avuto qualche altro contrattempo che non ci ha permesso di segnare tempi in linea con le nostre aspettative: dopo le prime prove, disputate con cautela per prendere confidenza con una vettura integralmente rimessa a nuovo nell’inverno, nelle speciali in notturna avevo problemi di visibilità a causa di un problema ai fanali supplementari; domenica mattina, invece, mi sono girato nelle due prime prove, perdendo tempo prezioso. Detto questo, il Lirenas ha avuto anche riscontri positivi: il feeling con Alessandra è sempre eccellente e la macchina si è rivelata subito competitiva, grazie all’ottimo lavoro svolto in questi mesi da G.B. Motors. Questo ritiro non ci voleva ma, almeno, il Lirenas ci ha detto che siamo pronti per affrontare al meglio il prossimo appuntamento dell’IRC, il Taro”.

Alessandra Avanzi è in sintonia con il suo pilota: “Direi che abbiamo approcciato la gara nel modo migliore da quando corriamo insieme, curando davvero ogni dettaglio. Davvero un peccato, questo ko: mi stavo divertendo, anche grazie al bel percorso proposto dagli organizzatori della gara. E poi sarebbe stato utile intascare questi primi punti stagionali. Quanto pesa il ritiro in ottica campionato? Non ci fasciamo la testa, la storia insegna che uno ‘zero’ inziale non compromette per forza la stagione, anzi; pensiamo a correre e, a fine anno, faremo i conti. Mi rammarico però per G.B.Motors, che ci ha fornito una macchina davvero a posto ed ha fatto il massimo per farci ripartire: ad Alfonso ed ai suoi ragazzi non posso che dedicare un ringraziamento molto sentito. Adesso abbiamo due mesi di sosta prima di correre il rally di casa, il Taro. Nel frattempo, avrò modo di proseguire anche il lavoro nello staff di Salso Rally & Promotion, portando avanti l’organizzazione del 1° Rally Day di Salsomaggiore, previsto ad inizio agosto”.

FONTE: UFFICIO STAMPA GIAQUINTO-AVANZI

  • Letto 179 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK