Condividi su Facebook | | |

Il Taro della Publi Sport Racing è una messe di soddisfazioni

COMUNICATO STAMPA

La buonissima stagione della scuderia reggiana vive un nuovo capitolo sugli asfalti Parmensi: quattro le vittorie di classe ed il successo tra le scuderie nel rally Nazionale.

Non c’è due senza tre. Il famoso detto trova perfetta applicazione in questa prima parte del 2018 di Publi Sport Racing: la scuderia di Casina, infatti, ha scritto al Rally del Taro il terzo capitolo di una stagione sinora da incorniciare.

Sei gli equipaggi scattati dal palco partenza di Borgotaro, due dei quali iscritti nel rally Internazionale. Nella gara più lunga, valida per l’International Rally Cup, il modenese Fabio Zanotti ed il lucchese Giuseppe Bernardi hanno messo le ali alla Renault Clio biancorossa, portandola al successo della sempre combattuta classe N3. “L’unico momento in cui abbiamo potuto rilassarci – ha sorriso il pilota di Castelvetro – è quando siamo arrivati al traguardo: è stata una battaglia dura, con anche la nebbia nel finale del primo passaggio su Folta a metterci lo zampino. Abbiamo dato il massimo dall’inizio alla fine e siamo arrivati al successo grazie ad un macchina perfetta, veloce ed affidabile. Una bella vittoria di squadra, insomma”.

Soddisfatti pure ‘Il Medico’-Daniele Bertolini, primi (seppure in solitaria) nella classe 1.4 della RS Plus con la MG ZR 105: “Un Taro sempre molto difficile da interpretare – il commento del pilota di Reggio Emilia -, nel quale siamo riusciti a staccare tempi sempre molto competitivi. La Rover ha marciato come un orologio svizzero”.

Anche dal più breve rally Nazionale è arrivato un pieno di soddisfazioni. Quinta posizione assoluta ed argento di classe A7 per il reggiano Aldo Fontani ed il sassolese Alberto Pettorelli (Renault Clio Williams): “Iniziamo a sfruttare al meglio una vettura sulla quale abbiamo corso solo poche volte – spiega l’imprenditore – e qui al Taro si sono visti i risultati. Alla fine ci siamo difesi bene dal grande ritorno dei nostri compagni di scuderia, conservando questo quinto posto sul quale non avremmo osato scommettere alla vigilia”.

Alle spalle di Fontani, ecco la Renault Clio di classe N3 della coppia di Castellarano composta da Davide Incerti e Monica Debbi (nella foto Formula News). I due hanno vissuto un week-end da protagonisti, vincendo da dominatori la loro classe  ed il gruppo N: “Siamo più che soddisfatti – chiosa il campione di Zona 2008 -, questo bel risultato riscatta la sfortuna patita nella gara di casa. Qui siamo sempre stati veloci ed abbiamo provato sino all’ultimo a superare Aldo ma, dopo un rischio presa all’inizio della frazione finale, abbiamo deciso che il sesto posto assoluto poteva andare più che bene”.

Lorenzo Costi, terzo di classe N3 sull’altra, mitica, Renault Clio biancorossa, ha superato il tabù-Taro: “Non ero mai riuscito a finire questa gara ed ero partito contratto – ha svelato a fine gara uno dei titolari di Publi Sport Racing -, nel timore di subire un analogo epilogo. Invece, stavolta tutto è andato bene e, superata la titubanza iniziale, siamo andati in crescendo”.

Per il pilota di Barco di Bibbiano Fausto Foracchia e la navigatrice di San Polo d’Enza Chiara Rosi (MG ZR 105), l’oro in solitaria di classe N1 è pienamente legittimato da una sequenza di tempi più che buoni: “Abbiamo in pratica replicato la prova dell’Appennino Reggiano – chiude il giovane pilota -, correndo su ritmi più che positivi (i due, impegnati nella classe ‘minore’, si sono tenuti alle spalle diversi equipaggi in gara su auto più potenti – ndr). E’ sempre un piacere correre con la Rover preparata dai fratelli Costi”.

L'ottima prova dei portacolori biancorossi ha permesso a Publi Sport Racing di agguantare il successo nella classifica riservata alle scuderie.

FONTE: UFFICIO STAMPA PUBLI SPORT RACING

  • Letto 219 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK