Condividi su Facebook | | |

GDA... stakanovista del Nordest: in azione anche al Carnia

COMUNICATO STAMPA

Il pilota di Limana, portacolori di GDA Communication, torna in Friuli, forte del netto successo siglato nel precedente Dolomiti, tenendo l'occhio puntato anche alla CRZ.

Stefano Dall'Ò ci riprova, dopo aver dominato in lungo ed in largo sulle strade di casa del Dolomiti Rally, attendendo con ansia l'arrivo del Rally Valli della Carnia. L'appuntamento friulano, uno dei più amati in Triveneto ed oltre, è pronto a mettere in scena un'altra edizione di alto spessore tecnico e sportivo, con il pilota di Limana che desideroso di dare filo da torcere alla concorrenza che, dalle indiscrezioni della vigilia, pare molto agguerrita. Al volante dell'eterna Peugeot 106 Rallye gruppo N, assieme a Matteo Magrin, il portacolori di GDA Communication è deciso a bissare il successo ottenuto nel precedente Dolomiti Rally.

L'evento friulano, inoltre, riporta alla mente del bellunese un conto da pareggiare quanto prima. “Amo il Valli della Carnia” – racconta Dall'Ò – “ed è dal 2014 che ci corro. Una gara stupenda, un contesto spettacolare ed un'organizzazione eccellente. Solo nel 2017 sono stato costretto a non parteciparvi. Se guardiamo lo scorso anno (foto d'archivio FotoSport) abbiamo chiuso al secondo posto ma questo risultato ci sta parecchio stretto perchè, di fatto, ci siamo mangiati la vittoria per due mie partenze anticipate. Detto questo partiremo, sicuramente, per vincere. Si parla di quasi una trentina di avversari in classe. Una lotta che si preannuncia davvero molto interessante.”

Il dominio incontrastato, messo in campo al Dolomiti Rally, ha nella sostanza lanciato Dall'Ò in vetta alla classifica virtuale, in classe N2, della Coppa Rally ACI Sport, in quarta zona. L'alfiere della scuderia di Modena figura al primo posto, in coabitazione con Curto, a quota 10,25, al comando di una provvisoria molto corta che racchiude i primi otto in cinque punti. “Onestamente, al momento, non abbiamo considerato la Coppa Rally ACI Sport” – aggiunge Dall'Ò – “perchè sia il Dolomiti che il Valli della Carnia erano, a priori, nel nostro programma. Se qui, in Carnia, dovesse andare bene non escludiamo di poter allargare il nostro programma a questo obiettivo. Per il momento vogliamo concentrarci esclusivamente sul weekend di gara.”

Il Rally Valli della Carnia, per la sua edizione 2019, si articolerà in due frazioni, partendo da quella del Sabato che prevede due passaggi sulle speciali di “Feltrone” (7,40 km) e “Voltois” (2,20 km), il secondo da affrontare in notturna. Sei le prove in vista alla Domenica seguente: due tornate su “Invillino” (6,90 km), “Fusea - Lauco” (12,00 km) e “Passo Pura” (13,50 km) completeranno il programma di gara.“Il percorso di quest'anno è stato parzialmente ridotto nel chilometraggio” – sottolinea Dall'Ò – “ma resta comunque entusiasmante. Ritornerà la speciale di Fusea Lauco, un tratto cronometrato bellissimo e che mi piace particolarmente. Abbiamo visto anche la variazione sulla Feltrone, a detta dei locali molto bella. Il Valli della Carnia è una delle gare più selettive che ci siano in Triveneto e, ogni anno, è sempre una sfida elettrizzante. Non vediamo l'ora di iniziare e di cancellare il ricordo della vittoria sfumata, per colpa mia, nella passata edizione.”

FONTE: UFFICIO STAMPA GDA COMMUNICATION

  • Letto 132 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK