Condividi su Facebook | | |

GDA riporta in gara il veneziano Michele Maschera

COMUNICATO STAMPA

L'edizione numero quindici del Rally Città di Scorzè, classico appuntamento che anticipa le vacanze estive, si arricchirà di un altro gradito ritorno all'attività.
Stiamo parlando di Michele Maschera, pilota locale, che dopo due annate di assenza tornerà a prendere in mano il volante di una vettura da competizione.
Risale infatti alla stagione 2015 l'ultima apparizione del gentlemen driver di Mira, in provincia di Venezia, proprio in occasione del Città di Scorzè che affrontò alla guida di una Peugeot 207 Super 2000 (foto Fotosport), concludendo al sesto posto di classe ed al quindicesimo assoluto.

Per la gara di casa il neo acquisto di GDA Communication, affiancato da Stefano Lovisa, avrà a disposizione una splendida Citroen DS3 R5, vettura abitualmente utilizzata da Roberto Righetti. La classe regina vedrà transitare sulla pedana di partenza noti piedi pesanti come Zecchin, Lovisetto, Piccolotto, De Cecco e per il veneziano, complice anche la ruggine accumulata in questi due anni e mezzo, non sarà impresa facile conquistare un posto al sole.
Ad aiutarlo, nello scontro contro le roventi temperature, ci penserà sicuramente il pubblico amico, in grado di dare quella carica in più che tornerà certamente utile.

“Dopo un bel po' di tempo torniamo in gara” – racconta Maschera – “ed il rientro non poteva avvenire in alcun altro luogo se non a Scorzè, la mia gara di casa. Lo abbiamo affrontato per molte volte e, per ben tre volte, siamo arrivati secondi di classe ed undicesimi assoluti. Sarà la prima volta che correrò per i colori di GDA Communication, pertanto ci teniamo ad iniziare nel migliore dei modi questa nuova collaborazione. Di certo non abbiamo scelto la vettura e la classe più semplice ma, si sa, più è difficile la sfida e più onore consegna. La DS3 è un missile ed è la prima volta che ci saliamo sopra. Sarà fondamentale svolgere un buon lavoro durante lo shakedown, cercando di togliere un po' di polvere accumulata in questo periodo di sosta.”

Il sipario si aprirà Sabato, nel tardo pomeriggio, con la disputa dell'inedita prova spettacolo “Base” (1,98 km), aperitivo di una gara caratterizzata da prove speciali molto corte ma non per questo meno insidiose. L'indomani, Domenica, la carovana del Città di Scorzè scatterà dalla “Resana” (4,06 km), che sarà ripetuta per tre passaggi, e sarà seguita dalla “Piombino” (2,90 km), dalla “Fassinaro” (9,65 km), dalla “Zero Branco” (9,55 km) e dalla “Noale” (2,62 km), tutte da ripetere per due tornate. Una gara all'apparenza semplice ma che, ogni anno, mette a dura prova equipaggi e mezzi.

“Conosciamo molto bene queste strade” – sottolinea Maschera – “e sappiamo quanto insidiose possano essere. Non ci si deve far trarre in inganno dalla pianura perchè le alte velocità e la scorrevolezza delle strade rende i dettagli determinanti, per uscire dalle prove con il cronometro a proprio favore. Ci piacerebbe poter arrivare

FONTE: UFFICIO STAMPA GDA COMMUNICATION

  • Letto 132 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK