Condividi su Facebook | | |

Finisce in anticipo il Sebino di Fabio e Gianmaria Marcomini (Collecchio Corse)

COMUNICATO STAMPA

Il cedimento di un semiasse della Citroen Saxo VTS appieda i ‘cugini da corsa’ (foto Nicolas Magoni) schierati dalla scuderia parmense al rally day bergamasco: sfuma così un piazzamento a ridosso del podio di classe N2. Si è rivelato un successo roboante la partecipazione di Collecchio Corse a ‘Mercante in auto’.

Una bella giornata di sport, conclusa ad ammirare – un po’ troppo presto – lo splendido panorama offerto dal lago d’Iseo: è andata in archivio in questo modo la spedizione orobica dei ‘cugini da corsa’ di Collecchio Corse, Fabio e Gianmaria Marcomini, al rally day del Sebino. L’equipaggio piacentino si è infatti ritirato nel corso della quinta e penultima prova speciale del rally sprint lombardo, tradito da un semiasse della Citroen Saxo VTS; questo ha anche interrotto una striscia positiva che durava da oltre quattro anni.

Commiato ben diverso da quello auspicato alla vigilia, che ha privato Fabio e Gianmaria Marcomini di un buon piazzamento di classe N2 nella loro prima apparizione sulle strade dell’alto Sebino: i due stavano viaggiano con un passo più che buono, che li ha visti segnare regolarmente il quinto e sesto tempo di N2 nei primi quattro impegni cronometrati; al momento di alzare bandiera bianca, i portacolori di Collecchio Corse erano sesti, ma con la concreta possibilità di agguantare non solo il quinto, ma anche il quarto posto nelle due prove conclusive.

“Ci spiace molto per com’è andata a finire – sospira Fabio Marcomini -, perché stavamo disputando una gara più che soddisfacente. Credo che avremmo magari potuto migliorare il nostro ritmo nel finale ed è un peccato non aver potuto scoprire fin dove avremmo potuto arrivare. Complimenti comunque ai nostri avversari, davvero molto veloci e, almeno per quanto riguarda i primi tre, senz’altro non alla nostra portata. Di questi due giorni al Sebino conserveremo comunque un bel ricordo: la gara presenta prove molto belle, incastonate in un paesaggio davvero stupendo; al di là del ritiro, ci restano le buone indicazioni in termini di prestazioni ed il piacere di avere vissuto un fine settimana comunque divertente”.

E mentre i Marcomini erano impegnati sulle sponde del Sebino, Collecchio Corse ha spopolato al ‘Mercante in auto’, importante appuntamento nell’ambito del celebre ‘Mercante in fiera’ che si tiene ogni anno presso la Fiera di Parma. La scuderia capitanata da Gianni Assirati ha presenziato all’appuntamento esponendo la bellezza di ventidue auto da corsa, sia da rally (tra queste, la Skoda Fabia di Marcello Razzini e la splendida Subaru Impreza da 500 cavalli di Milo Pregheffi), da pista (come la Mitjet di Michele Castagnoli) e da slalom (il prototipo di Gianilli), facendo il pieno di attenzioni e curiosità da parte dei visitatori. Lo stesso ente fieristico ha voluto complimentarsi con Collecchio Corse per la straordinaria partecipazione all’evento. Un successo che ripaga i componenti della scuderia, i quali hanno lavorato con instancabile passione affinché il nome di Collecchio Corse si stagliasse tra quelli dei protagonisti assoluti di questa edizione del ‘Mercante in auto’.

FONTE: UFFICIO STAMPA COLLECCHIO CORSE

  • Letto 70 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK