Condividi su Facebook | | |

CIR, vigilia romana: le prime impressioni di Campedelli sulla nuova Fiesta

COMUNICATO STAMPA

Il momento del battesimo sta per arrivare. Simone Campedelli e Tania Canton sono pronti per portare in gara per la prima volta nel Campionato Europeo e nel Tricolore, la nuovissima Ford Fiesta St 2019 in versione R5 progettata e costruita da M-Sport, il reparto corse della Ford.

Le Pantere Alate di Orange1 Racing saranno infatti il primo equipaggio ad aver l’onore di utilizzare l’ultima nata di casa M-Sport e l’occasione è il Rally di Roma in programma nel week-end. <Abbiamo provato la macchina a inizio settimana - spiega Simone Campedelli - e devo proprio dire che sono favorevolmente impressionato dalla nuova Fiesta R5 2019. Mi sono trovato a mio agio quasi subito, dopo qualche iniziale problema di adattamento della vettura a livello di regolazioni e soprattutto di set up delle sospensioni.Rispetto all’ancora più che competitiva versione 2018 - continua Campedelli - la nuova arma di M-Sport è più precisa, reattiva e rapida nei cambi di direzione, con maggior feeling al pilota grazie alla nuova scatola guida idraulica. Il motore, inoltre, spinge di più a tutti i regimi e in particolare a quelli inferiori. Nonostante tutte le incognite legate ad un debutto di questa importanza, sono certo che abbiamo fatto bene a non avere esitazioni e scegliere la macchina nuova rispetto alla precedente: solo guardando avanti si può continuare a progredire>.

Due parole adesso sul percorso, parzialmente rinnovato, del Rally di Roma, gara nella quale Simone Campedelli è sempre stato ultra competitivo e che ha vinto nel 2017: <Il tracciato del Rally di Roma - continua la Pantera Alata di Orange1 Racing - mi è sempre piaciuto, e la riprova viene dalle prestazioni che ho sempre messo in mostra nella gara laziale. Quest’anno c’è una speciale nuova, la Affile-Bellegra di circa 7 chilometri, molto tecnica e incisiva, e poi ci sono tante modifiche in vari tratti. A cominciare dalla speciale spettacolo non più all’Eur ma al Lido di Ostia. Questi interventi non hanno modificato il volto di una gara che, ripeto, mi piace parecchio>.

Il format prevede ancora la partenza ‘cerimoniale’ a Roma, davanti al Castel Sant’Angelo, con sfilata delle auto davanti al Colosseo, e quindi trasferimento nella zona di Fiuggi, centro nevralgico del rally. Sabato 20, partenza dalle ore 8 a Fiuggi; successivamente sono in programma sei speciali (Pico, Roccasecca, Santopadre ripetute) per 109 km cronometrati. Domenica 21, start dalle 7.30 sempre a Fiuggi, dove di seguito andranno in scena dieci crono (Affile, Rocca di cave, Rocca Santostefano, Guarcino, Ostia ripetuti) per 94 km. Gran finale al Lido di Ostia dalle 19.30 di domenica.

FONTE: UFFICIO STAMPA ORANGE1 TEAM

  • Letto 177 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK