Condividi su Facebook | | |

CIR, Targa Florio: Campedelli bracca Rossetti

COMUNICATO STAMPA

L'equipaggio del pilota friulano fa da lepre sulla C3 R5 nella prima giornata del terzo round del Campionato Italiano Rally davanti a Campedelli-Canton (Ford - foto) e Basso-Granai (Skoda).  Sabato adrenalinica e decisiva giornata di sfide sulle leggendarie strade delle Madonie con traguardo finale a Termini Imerese alle 20.51

Sul filo dei decimi prima e allungando poi Luca Rossetti ed Eleonora Mori su Citroen C3 R5 sono in testa alla 103^ Targa Florio alla conclusione della prima giornata, che dopo le emozioni e il grande pubblico alla Cerimonia di Partenza di Palermo ha aperto le sfide con la prova spettacolo al porto di Termini Imerese, dove è situato anche il parco assistenza “Targa Florio Village”, e la PS2 e PS3 disputate in serata lungo i 14,7 km della “Cefalù”.

L'equipaggio del pilota friulano e della navigatrice vicentina si è issato in vetta proprio aggiudicandosi entrambi i passaggi serali dopo che la prova spettacolo d'apertura era stata vinta da Simone Campedelli e Tania Canton sulla Ford Fiesta R5, ora secondi a 4”9 dai battistrada. Rossetti-Mori che ripartiranno, dunque, al comando sabato per la seconda e decisiva giornata che ora si annuncia al massimo dell'adrenalina e che dopo ulteriori 14 prove speciali incoronerà il vincitore della 103^ Targa Florio sul traguardo finale previsto alle 20.51 al Belvedere di Termini Imerese.

La lotta resta aperta anche agli immediati inseguitori: il capoclassifica del CIR Giandomenico Basso navigato da Lorenzo Granai sulla Skoda Fabia R5 paga a Rossetti 8”8 secondi, mentre Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto sono quarti a 11”2 sulla Volkswagen Polo R5 con la quale avevano colto il miglior crono nello shakedown mattutino. La top-5 è completata dal due volte tricolore WRC Stefano Albertini, efficace nel tenere il passo dei migliori con Danilo Fappani sulla Skoda Fabia e a sua volta inseguito da vicino dalla vettura gemella di Rudy Michelini e Michele Perna.

Nella tappa del Campionato Rally di 8^ Zona, che ha disputato la sola prova spettacolo a Termini Imerese, “scratch” di Fabio Angelucci navigato da Giovanni Tindaro Lo Neri nell'apertissima battaglia tra R5 che su Skoda Fabia li ha visti precedere di 2”0 la Ford Fiesta di Maurizio Mirabile e Calogero Calderone e di 3”6 l'altra Fabia di Carmelo Galipò e Tino Pintaudi.

Il programma di sabato.
Sabato 11 maggio i protagonisti del Campionato Italiano Rally ripartono alle 7.00 alla volta del primo giro di prove, che li vedrà subito impegnati a Cerda su due tratti storici che ritornano nel programma della gara: la speciale “Tribune 1” alle 7.52 di 6,35 km a Floriopoli con partenza dal rettilineo di partenza dell'allora Circuito delle Madonie e la “Targa 1” alle 8.16 di 13,27 km con partenza dall'abitato di Cerda in direzione Caltavuturo. A seguire, “Scillato - Polizzi 1” (ore 8.45 di 14,97 km), “Geraci 1” (ore 9.51 di 8,35 km), Bergi 1 (ore 10.08 di 6,3 km) e alle 10.57 la iperconcentrata “Collesano 1” di 1,55 km. In quel frangente riepilogo media con collegamento di Stella Bruno sul TG Sport di Rai 2 alle 11.00 e approfondimento in diretta web su www.acisport.it alle 11.40 in occasione del riordino e della successiva assistenza al rientro delle vetture al Targa Florio Village.

Alle 12.42 ripartenza per il secondo giro sulle stesse sei prove del mattino: “Tribune 2” alle 13.14, “Targa 2” alle 13.38, “Scillato - Polizzi 2” alle 14.07, “Geraci 2” alle 15.13, “Bergi 2” alle 15.30 e “Collesano 2” alle 16.19. Nuovo riordino (17.04) e service (17.34) a Termini con alle 17.28 collegamento in diretta tv su SportItalia e web su www.acisport.it in vista delle ultime sfide. Tutto si deciderà nel gran finale dopo la ripartenza delle 18.04 sull'ultimo passaggio a Floriopoli e a Cerda, con la “Tribune 3” alle 18.36 e la “Targa 3” alle 19.00. Quindi rientro al Targa Florio Village dalle 20.01 per riordino e assistenza e traguardo conclusivo alle 20.51 al Belvedere di Termini Imerese, che vivrà il palco d'onore per i vincitori sul podio della 103^ Targa Florio (diretta web su www.acisport.it dalle 20.45).

L'emozionante giornata finale porterà a 558,56 i chilometri il totale del percorso, dei quali 151,35 suddivisi sulle 17 prove speciali. Da tre crono in meno è composto il programma della competizione valida per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche, che sabato percorre due giri completi sulle Madonie come le auto moderne, senza il terzo passaggio su “Tribune” e “Targa”, e taglia il traguardo finale alle 18.29 al Belvedere di Termini Imerese. Saranno 490,18 i km di gara per il protagonisti del CIRAS, di cui 118,58 articolati nelle14 PS.

Le prove speciali sulle quali si articolerà la Targa Florio valida per il Campionato Rally di Zona sono 7. Sabato i protagonisti disputano due passaggi su “Tribune”, “Targa” e “Scillato - Polizzi” prima del traguardo previsto per le 17.22 sempre sulla terrazza del Belvedere di Termini.

Le prestigiose auto che saranno protagoniste della prova di Campionato Italiano Regolarità Media prenderanno il via sabato alle 10.00 dal Museo del Motorismo Siciliano e della Targa Florio a Palermo alla volta di 7 prove a media ricavate sul Grande Circuito delle Madonie: due passaggi su “Tribune” e “Targa”, mentre un solo transito interesserà sulle prove “Scillato - Polizzi”, “Geraci” e “Bergi”.

CLASSIFICHE dopo la prima giornata. Ufficiosa CIR primi 5 dopo PS3: 1. Rossetti-Mori (Citroen C3 R5) in 19'51”7; 2. Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5) a 4”9; 3. Basso-Granai (Skoda Fabia R5) a 8”8; 4. Crugnola-Ometto (Volkswagen Polo R5) a 11”2; 5. Albertini-Fappani (Skoda Fabia R5) a 24”6.

FONTE: UFFICIO STAMPA ACISPORT

  • Letto 78 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK