Condividi su Facebook | | |

Bentivogli (Movisport) verso il Valtiberina per replicare l'acuto di Radicofani

COMUNICATO STAMPA

Nuova sfida sterrata, la settimana prossima, dal 15 al 17 marzo, per Movisport, con l’impegno del 13° Rally Città di Arezzo-Crete Senesi e Valtiberina, base ad Arezzo e nuovo percorso che andrà a toccare le strade bianche del senese.

La gara sarà la penultima prova del Challenge Raceday Rally Terra, ed il sodalizio reggiano potrà contare sulle prestazioni e sulla voglia di far bene di Bruno Bentivogli ed Andrea Cecchi, con la loro inossidabile Subau Impreza Sti (foto d'archivio) e di Tullio Versace e Cristina Caldart, con la Skoda Fabia R5.

Reduci, entrambi gli equipaggi, da una concreta prestazione da top ten alla precedente gara in Val d’Orcia, in questo rinnovato impegno toscano andranno di nuovo alla ricerca di sensazioni forti, cercando di dare continuità ad un momento per loro decisamente solare.

Bentivogli in particolare cercherà di nuovo il successo in Gruppo N, Versace punterà a nuove sfide da sfere alte in classifica, cercando di capitalizzare quanto meglio l’esperienza acquisita in Val d’Orcia con la vettura boema.

Sono in programma nove Prove Speciali “mondiali” (79,820 chilometri di distanza competitiva su un percorso totale di 447,720) che i concorrenti andranno ad affrontare certamente con grande emozione, perché sono vere e proprie icone del rallismo internazionale. Quali? Eccole: “Monte Sante Marie”, “Alpe di Poti”, “Cerbaiolo”, “Battaglia di Anghiari” e la “Power Stage” finale da 6 chilometri, sempre sull’Alpe di Poti. Sono tutte prove speciali percorse dal Mondiale Rally negli anni dal ’70 al ‘90 ed ovviamente anche dai Campionati Italiani.

FONTE: UFFICIO STAMPA MOVISPORT

  • Letto 42 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK