Condividi su Facebook | | |

Ancora un full di ori per De Antoni-Musiari (Collecchio Corse)

COMUNICATO STAMPA

Il giovanissimo equipaggio composto dal pilota padovano e dalla navigatrice parmigiana conquista al rally Città di Schio il successo di classe, di gruppo e nell’ambito della BMW Rally Cup, conquistando il successo nel girone di qualificazione dello stesso monomarca riservato alle vetture tedesche.

Vincono e convincono, ancora una volta, Edoardo De Antoni e Martina Musiari. I due figli d’arte bissano l’ottima prova confezionata a Bassano a settembre firmando una nuova prestazione d’autore al rally Città di Schio. Sulle strade vicentine, il padovano e la parmigiana – al via su una BMW 318iS di classe RS2.0 Plus – si mettono in luce sin dall’inizio della gara per una condotta gagliarda seppur mai sopra le righe, che li vede sempre tra i più veloci di classe nonostante una foratura ed un problema con un semiasse.

A fine gara, i due portacolori di Collecchio Corse (nella foto d’archivio di Diessephoto) vengono premiati con la netta vittoria di classe, con l’oro di gruppo Racing Start Plus e, non meno importante, con la nuova vittoria nell’ambito della BMW Rally Cup: il successo scledense consente infatti ad Edoardo e Martina di conquistare la vittoria nel proprio girone di qualificazione del monomarca riservato alle trazioni posteriori della casa tedesca (agli ori di Bassano e Schio, va aggiunto anche il terzo posto del Lana, a luglio) e di conquistare nel migliore dei modi l’accesso alla finalissima del trofeo, prevista per il prossimo mese.

Collecchio Corse, intanto, gioisce constatando la crescita del suo equipaggio composto da questa coppia di ragazzi tanto giovani quanto talentuosi, determinati e desiderosi di crescere. Peraltro, sia per Edoardo che per Martina si può davvero dire che buon sangue non menta: il pilota è infatti figlio di Massimo, celeberrimo navigatore campione italiano (al fianco di Tonino Tognana) nel 1982 al termine di un’epica cavalcata su una Ferrari 308 e su una Lancia 037, mentre la navigatrice ha in papà Clemente (ben noto navigatore parmigiano) il proprio mentore.

FONTE: UFFICIO STAMPA COLLECCHIO CORSE

  • Letto 422 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK