Condividi su Facebook | | |

A Salsomaggiore l’attesa rentrée di Andrea Galeazzi (Jolli Corse)

COMUNICATO STAMPA

Il pilota di Lagrimone disputerà la gara di casa sulla propria Citroen DS3 di classe R3T, condividendola con il navigatore di Varano Daniele Pellegrini (i due nella foto di Massimo Carpeggiani): nel mirino, il successo di classe ed un buon piazzamento in classifica assoluta.

Agosto, volante mio non ti riconosco. Può ben dirlo Andrea Galeazzi, apprestandosi a riprendere la via dell’abitacolo per disputare l’amato rally di Salsomaggiore Terme. Già, perché il veloce rallysta di Lagrimone non corre da ormai nove mesi – attesa lievitata oltre misura a causa del lockdown -, arco di tempo più che sufficiente ad arrugginire automatismi e riflessi. Ma il prossimo fine settimana sarà di nuovo tempo di tornare ad impugnare il volante, e allora – al netto della desuetudine alla dimensione agonistica – non ci sarà spazio per scuse di sorta; a maggior ragione se ad attendere Galeazzi saranno le familiari strade intorno a Salsomaggiore, sulle quali il portacolori di Jolli Corse ha puntualmente saputo mostrare i muscoli nelle due precedenti edizioni.

A Salsomaggiore, dunque, Andrea Galeazzi scenderà con l’inscalfibile voglia di ben figurare che da sempre lo contraddistingue: “E’ chiaro che dovremo fare i conti con i ‘postumi’ di questa lunga inattività e con le restrizioni ora in vigore – riflette il figlio d’arte -, ma d’altra parte mi sento pronto ad affrontare questo primo impegno stagionale. Credo e spero che basterà lo shakedown pre-gara per scrollarmi di dosso la tanta ruggine, e poi ad aiutarci sarà la mini prova speciale che aprirà la gara. Così, spero che la domenica saremo preparati come sempre per affrontare le sei prove speciali che delineeranno la classifica finale. Il desiderio di correre è alle stelle, non vedo l’ora di tornare sulla mia Citroen DS3, auto sulla quale mi trovo decisamente a mio agio e che – grazie all’ottimo al lavoro della scuderia – si è sempre rivelata veloce ed affidabile. E sarà un piacere ritrovare alla mia destra Daniele Pellegrini, navigatore e amico di provato valore e passione, con il quale lo scorso anno abbiamo colto il titolo di raggruppamento nella International Rally Cup”.

I nastri asfaltati termali hanno sempre visto brillare Galeazzi, anche se i risultati finali non sempre sono stati all’altezza della competitività mostrata dal pilota della Val Parma: “Ricordo con molto piacere il settimo posto assoluto conquistato nel 2018, mentre l’anno scorso abbiamo perso molto tempo per un contrattempo che ha ammutolito la vettura (per l’occasione, Galeazzi correva con la Citroen C2 di classe S1600, ndr). Ecco, diciamo che spero proprio, quest’anno, di cancellare la sfortunata esperienza di dodici mesi fa: l’obiettivo è chiudere in cima alla classifica di classe R3T, poi vedremo a fine gara a che punto saremo nella classifica generale”.

FONTE: UFFICIO STAMPA JOLLI CORSE

  • Letto 106 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK