Condividi su Facebook | | |

A luci ed ombre il Sanremo di Movisport

COMUNICATO STAMPA

Una top five esaltante, quella ottenuta da Movisport, a Sanremo, per la 65^ edizione svoltasi lo scorso fine settimana. Il driver lituano Nicolay Gryazin, in coppia con Fedorov, su una Skoda Fabia R5, ha chiuso la sfida in quinta posizione assoluta, dopo due giorni decisamente di alto profilo, nonostante fosse al debutto sulle strade del ponente ligure.

Una gara di alto profilo, quella di Gryazin, classe 1997, costantemente ai vertici contro avversari che certamente conoscevano il tracciato meglio di lui, sfruttando al meglio le qualità della vettura che aveva a disposizione. Partito dalla decima posizione inziale, con le prove disputate di notte ha compiuto una rimonta sino alla sesta posizione, per poi finire l’impegno siglando il quarto tempo assoluto che gli é valso quindi la quinta piazza sotto la bandiera a scacchi.

La voglia di rivalsa, invece per Kevin Gilardoni, assecondato da Corrado Bonato, su una Ford Fiesta R5, ha prodotto una decima posizione finale, utile iniezione di fiducia per il prosieguo della stagione per il pilota italo-svizzero. Fermatosi per un guasto elettrico al Ciocco quando gravitava al meglio nella top ten assoluta, Gilardoni ha saputo interpretare al meglio la gara sanremese, ricca di insidie, acquisendo così i suoi primi punti nella classifica tricolore “asfalto”. Assai interessante sotto il profilo cronometrico é stata la seconda giornata di gara, con la quale ha potuto sentire sensazioni importanti alla guida della Fiesta R5.

Le prestazioni di Gryazin ed anche di Gilardoni hanno alleviato la delusione per il ritiro di Rudy Michelini, affiancato da David Castiglioni (Skoda Fabia R5), fermi dopo cinque prove per un’uscita di strada. Ripartiva, a Sanremo, dalla grande quinta posizione ottenuta al Ciocco a fine marzo, il pilota lucchese, ed anche a questa seconda gara tricolore aveva dato prova di grande forza piazzandosi immediatamente a ridosso del podio assoluto, peraltro anche vincendo una prova speciale, la terza.

Sfortuna, invece, nella gara “nazionale” per Zanazio-Ricci su una Ford Fiesta R5, ritirati dopo cinque prove speciali, mentre all’8° Rally del Grifo, ad Arzignano nel vicentino, Andrea Casarotto ha riprenso il proprio ritmo e con la Renault Clio R3C ha finito al decimo posto assoluto, primo di classe. Era in cerca di riscatto nella gara di casa dalla sfortuna sofferta la domenica prima al “Lirenas” di Cassino, fermatosi a due prove dal termine, e l’ha trovato in pieno.

ARRIVA LA COPPA LIBURNA: VERSACE ALL’ATTACCO
Questo fine settimana la Coppa Liburna Terra, a Volterra (Pisa), prima prova del Campionato Italiano Rally Terra ed ultima gara del Campionato Raceday, vedrà al via Movisport con Tullio Versace e Cristina Caldart su una Skoda Fabia R5. Il pilota veneto torna in gara dopo la prestazione al “Valtiberina” dello scorso marzo, nel quale giunse quarto assoluto e secondo di classe R5. Riparte dunque da lì per cercare una nuova ed esaltante prestazione.

Partecipazione anche al 3° Dolomiti Rally, ad Agordo, in provincia di Belluno, dove sarà al via Andrea Piva, insieme ad Alessandro Franco, su una Peugeot 207 S2000.

FONTE: UFFICIO STAMPA MOVISPORT

  • Letto 52 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK