Condividi su Facebook | | |

9° Ronde Monte Caio: sessantasei i partiti, domani la gara

COMUNICATO STAMPA

Un solo equipaggio ha marcato visita e non ha preso il via a Tizzano, nel tardo pomeriggio. La prima giornata chiusa con il rinfresco offerto ai concorrenti. Domani si fa sul serio: quattro i passaggi cronometrati sulla prova ‘Monte Caio’, l’arrivo a Lagrimone alle 16.15.

Sono sessantasei gli equipaggi che hanno lasciato il palco partenza della 9° Ronde Monte Caio, a Tizzano Val Parma: rispetto all’elenco iscritti, quindi, solo il pilota di Collecchio Luca Bertoli (atteso in gara con il piacentino Valerio Guarnieri) non ha potuto prendere il via a causa di noie meccaniche alla propria vettura.

Il primo dei due giorni sui quali si articola la manifestazione indetta da ASD Monte Caio, Scuderia Jolli Corse e Scuderia San Michele è stato caratterizzato dalle abituali operazioni pre-gara, con l’espletamento delle verifiche e la disputa dello shake-down (il test con auto da gara su un tratto di strada chiusa al traffico), a lungo condizionato dalla presenza di nebbia (la foto Diessephoto mostra l’equipaggio di Berceto Vescovi-Guzzi). Dopo la partenza, i concorrenti e gli addetti ai lavori hanno vissuto una tappa ‘sui generis’ e particolarmente piacevole, prendendo parte all’abituale brindisi di benvenuto offerto loro dallo staff organizzatore. Come sempre, si è trattato di un momento simpatico ed apprezzato, nel quale la condivisione della passione per i rally l’ha fatta da padrone, facendo emergere lo spirito più caratteristico ed apprezzabile di questo sport.

Domani, la musica cambierà: i motori si riaccenderanno alle 8.01 e, allora, sarà per iniziare la bagarre agonistica. La Ronde Monte Caio 2018 vivrà sui quattro appuntamenti cronometrati che avranno negli 11,55 km della prova Monte Caio il selettivo teatro della sfida (rispettivamente alle 8.39, alle 11, alle 13.11 ed alle 15.22 – strada chiusa dalle 7 alle 17, salvo ritardi della gara): i favoriti della vigilia, Miele-Beltrame (Citroen DS3 – classe WRC) difenderanno il successo dello scorso anno e proveranno ad iscrivere per la quarta volta il proprio nome nell’albo d’oro della gara; a tentare di sottrarre loro lo scettro ci proverà un nutrito gruppo di avversari, dal quale spiccano la Skoda Fabia (R5) del parmigiano Marcello Razzini e del trentino Daniel Taufer, la Peugeot 208 (R5) di Vellani-Castiglioni e la Ford Fiesta (R5) di Tosi-Zanni. Tanti gli spunti d’’interesse offerti agli appassionati che vorranno seguire la gara dal vivo e che, alle 16.15, saluteranno i protagonisti della competizione sul palco d’arrivo di piazza Pertini, a Lagrimone.

DOVE SEGUIRE LA RONDE MONTE CAIO
Diversi i punti dai quali sarà possibile vivere dal vivo la Ronde Monte Caio 2018: l’organizzazione consiglia vivamente l’inizio prova, a Tizzano, l’abitato di Musiara Superiore, il celeberrimo pizzale Bocchi Noè di Schia, ove i concorrenti daranno sicuramente spettacolo ed il fine prova, a Capriglio. Queste zone, oltre che indicate in termini di sicurezza, sono suggeriti anche per l’agevole accessibilità.

LA GARA ONLINE
Chi non potrà seguire la corsa dal vivo, potrà farlo consultando le classifiche online (Classifiche: http://www.cronocarservice.com/index.php?option=com_content&view=article&id=22964:9-ronde-del-monte-caio-3-4-11-2018&catid=760:gare-csai-2018&lang=it).
Classifiche: http://www.cronocarservice.com/index.php?option=com_content&view=article&id=22964:9-ronde-del-monte-caio-3-4-11-2018&catid=760:gare-csai-2018&lang=it).

FONTE: UFFICIO STAMPA RONDE MONTE CAIO

  • Letto 115 volte
Torna in alto

Questo sito usa i cookies per migliorare i servizi e l'esperienza dell'utente.

Se decidi di continuare la navigazione considereremo che stai accettando il loro utilizzo. Più info

OK